Archivi della categoria: Blog

Avete presente quando due persone si risentono dopo un po’ di tempo? Magari casualmente, o perché uno ci ha pensato prima dell’altro e ha mandato un messaggio anticipando i tempi e scrivendo la fatidica frase “però fatti sentire, ogni tanto…”; ora, questo è un grande inganno, è tutta un’illusione come in Mulholland Drive: se tizio A e tizio B non si sentivano da sei mesi … Continua a leggere La playlist di Gregorio Parisi per sopravvivere al lunedì »

  MESSINA. “Messina Sportiva” e “Lettera Emme” da stamani “viaggiano insieme”, con l’obiettivo di fornire un’informazione ancora più variegata e completa. Grazie a questa collaborazione, i lettori avranno infatti la possibilità di leggere sulle rispettive home page e in una sezione interna tutti gli articoli pubblicati dall’altra testata. «Sin dall’inizio della nostra avventura – commentano Alessio Caspanello e Marino Rinaldi, editori di Lettera Emme – … Continua a leggere Da oggi “Messina Sportiva” e “Lettera Emme” viaggiano assieme, per un’informazione ancora più completa »

  In questi giorni caotici e incerti, voglio parlare di un tema troppo presto messo da parte, e del quale (più per costrizione che per scelta) probabilmente si riparlerà ancora a breve, ovvero quello dello smart-working. È curioso intanto, per me che vivo in Australia, notare che il termine in realtà non viene usato nei Paesi anglofoni (dove si preferisce un più neutrale “remote working” … Continua a leggere Le lezioni del Covid: lo smart-working, la felicità dei lavoratori e l’occhio del padrone »

  Non è bello parlare di opportunità quando ancora si contano morti, disoccupati e attività economiche in difficoltà a causa di un evento drammatico. E’ un approccio che ci piace poco, ma è pur vero che la storia insegna come di fronte a certi spartiacque si è sempre  ripartiti e spesso con scatti evolutivi positivi. A toglierci da questa impasse arriva il soccorso del sommo … Continua a leggere Tre risposte costruttive (e digitali) a questo difficile 2020 »

  “Eravamo quattro amici al bar” è la canzone che cantava Gino Paoli entrata di diritto tra i cult della musica italiana anche per via del suo spirito anacronistico. Siamo nel 1991. Il muro di Berlino ha appena segnato una svolta nella storia del mondo, Tangentopoli invece è in procinto di devastare la classe politica nostrana. Sull’ospedale Papardo volano nel frattempo i caccia statunitensi in … Continua a leggere Il coronavirus e la ricerca della felicità. Che a volte è un ritorno a casa »

  Erano gli albori di LetteraEmme: l’editoriale di presentazione per il battesimo online, un freddo lunedi 16 gennaio di tre anni e mezzo fa. E già allora lo affermavamo con convinzione: da soli non si va da nessuna parte, bisogna fare rete. Concetto tanto più vero e urgente in questo momento storico e in questo luogo. È il motivo per il quale LetteraEmme sta con … Continua a leggere Da Lettera Emme e Stretto Digitale due borse di studio per affrontare la prossima rivoluzione web »

  MESSINA. Cosa può servire oggi ad un territorio depresso ma ricco di potenzialità per riaccendere l’economia, attrarre o riportare a casa talenti, ritornare ad essere un posto bello, ricco, vitale ed attraente al centro del Mediterraneo? Mumble mumble… A cosa possiamo pensare nell’anno 2020, anno in cui si va per i 4 miliardi di persone connesse ad internet, le aziende hanno scoperto che gli … Continua a leggere Lo Stretto e il digitale, il posto e il tempo giusto »

  Voi mi direte che c’è poco da fare, è una legge di natura che la madre degli idioti sia sempre incinta. E va bene, dico io, ma che è macari liggi di natura che ’sta disgraziata debba sempre partorire qui da noi in Italia? Ogni tanticchia non potrebbe andare a sgravare da qualche altra parte del pianeta? Prendiamo due notizie dalla recente cronaca nazionale … Continua a leggere Dai negazionisti allo sfruttamento dei migranti nei campi, una riflessione sui recenti fatti di cronaca »

  Ci sono cose alle quali, pur vivendo da anni dall’altra parte del mondo, non ti abitui mai del tutto. Una, per esempio, è quella del volo di 22 e passa ore per tornare a casa: lo puoi fare mille volte, puoi imparare trucchi e modi per gestirla meglio, ma ti sembrerà sempre un’epopea enorme e sproporzionata alle tue energie. Un’altra è svegliarti in piena … Continua a leggere 90 minuti contro freddo e sonno: il calcio visto dagli italiani all’estero »

Poco più di un annetto fa sono andato a una mostra e i due ragazzi che ho incontrato all’ingresso, lui 18enne e lei 15-16enne, mi hanno chiesto informazioni sul mio tatuaggio dei Pearl Jam, restando stupiti e malcelando un po’ di invidia quando ho detto loro che li avevo visti live più di una volta. Ci pensavo ieri guidando, mentre ascoltavo una playlist estiva che … Continua a leggere La playlist di Gregorio Parisi per sopravvivere al lunedì »