Archivi della categoria: Blog

  MESSINA. Cosa può servire oggi ad un territorio depresso ma ricco di potenzialità per riaccendere l’economia, attrarre o riportare a casa talenti, ritornare ad essere un posto bello, ricco, vitale ed attraente al centro del Mediterraneo? Mumble mumble… A cosa possiamo pensare nell’anno 2020, anno in cui si va per i 4 miliardi di persone connesse ad internet, le aziende hanno scoperto che gli … Continua a leggere Lo Stretto e il digitale, il posto e il tempo giusto »

  Erano gli albori di LetteraEmme: l’editoriale di presentazione per il battesimo online, un freddo lunedi 16 gennaio di tre anni e mezzo fa. E già allora lo affermavamo con convinzione: da soli non si va da nessuna parte, bisogna fare rete. Concetto tanto più vero e urgente in questo momento storico e in questo luogo. È il motivo per il quale LetteraEmme sta con … Continua a leggere Da Lettera Emme e Stretto Digitale due borse di studio per affrontare la prossima rivoluzione web »

  Voi mi direte che c’è poco da fare, è una legge di natura che la madre degli idioti sia sempre incinta. E va bene, dico io, ma che è macari liggi di natura che ’sta disgraziata debba sempre partorire qui da noi in Italia? Ogni tanticchia non potrebbe andare a sgravare da qualche altra parte del pianeta? Prendiamo due notizie dalla recente cronaca nazionale … Continua a leggere Dai negazionisti allo sfruttamento dei migranti nei campi, una riflessione sui recenti fatti di cronaca »

  Ci sono cose alle quali, pur vivendo da anni dall’altra parte del mondo, non ti abitui mai del tutto. Una, per esempio, è quella del volo di 22 e passa ore per tornare a casa: lo puoi fare mille volte, puoi imparare trucchi e modi per gestirla meglio, ma ti sembrerà sempre un’epopea enorme e sproporzionata alle tue energie. Un’altra è svegliarti in piena … Continua a leggere 90 minuti contro freddo e sonno: il calcio visto dagli italiani all’estero »

Poco più di un annetto fa sono andato a una mostra e i due ragazzi che ho incontrato all’ingresso, lui 18enne e lei 15-16enne, mi hanno chiesto informazioni sul mio tatuaggio dei Pearl Jam, restando stupiti e malcelando un po’ di invidia quando ho detto loro che li avevo visti live più di una volta. Ci pensavo ieri guidando, mentre ascoltavo una playlist estiva che … Continua a leggere La playlist di Gregorio Parisi per sopravvivere al lunedì »

    Lo scorso 16 agosto, Henry Charles Bukowski avrebbe compiuto 100 anni. Diceva sempre agli amici che gli sarebbe piaciuto arrivare almeno all’anno 2000. Ci era andato vicino, essendo scomparso solo nel 1994, all’età di 74 anni, per un fenomeno che ha del miracoloso come l’esistenza in vita di Keith Richards. Con tutto l’alcol, le risse, i digiuni e le cicatrici, 74 anni sono … Continua a leggere Cento anni di Charles Bukowski, cantore degli invisibili e delle piccole cose »

I solutori più attenti avranno capito che la playlist di lunedì scorso era quella che metteva insieme tutti gli artisti con cui questa amministrazione sta pensando di sostituire i grandi concerti andati a finire a Catania. È stato più semplice del previsto non avendo dovuto pubblicare nulla, e quindi oggi replico aumentando le difficoltà, inserendo cinque suggerimenti (motivati) da far pervenire a questa attenta amministrazione … Continua a leggere La playlist di Gregorio Parisi per sopravvivere al lunedì »

  Uno spettro si aggira per Messina. Lo spettro del Ponte sullo Stretto. A questo spettro sono affezionate tutte le potenze della vecchia politica, alleatesi in una santa battuta di caccia contro chi crede che questo spettro sia una boiata pazzesca: Forza Italia e Fratelli d’Italia, Lega e UDC, Italia Viva e una serie impressionante di schegge impazzite dell’antica Balena Bianca. I nomi? Sono legione. … Continua a leggere Quel “ponte” di illusioni duro a morire (e sette proposte per investire i fondi del Recovery Fund) »

Il termometro segna oltre 30 gradi in questo lunedì che ci accompagna verso l’uscita di un luglio particolarmente caldo nei giorni feriali, e in cui non sempre i weekend sono stati all’altezza delle aspettative. Possiamo dire a cuor leggero che il sabato ha fatto a tratti il lunedì, rovinando un po’ le giornate al mare di chi, indefesso lavoratore, suda nell’infrasettimanale (perché no, anche il … Continua a leggere La playlist di Gregorio Parisi per sopravvivere al lunedì »

    Dal blog HomoSum, di Francesco Carini – Chevalley: […] E anche se lei non ci crede, questo stato di cose non durerà, la nostra efficiente e agile amministrazione cambierà ogni cosa. – Don Fabrizio, principe di Salina: Non dovrebbe poter durare, ma durerà sempre… Il sempre umano certo, uno o due secoli, e dopo forse tutto sarà diverso, ma sarà peggiore. Tratto da Il Gattopardo, … Continua a leggere Il paese delle “Iene” e dei “Gattopardi” non merita Paolo Borsellino »