Archivi della categoria: made in Messina

  I Rodriquez sono una famiglia di lontana origine spagnola. Nel 1580 erano giunti in Sicilia come governatori delle isole Eolie, e qui vi erano rimasti, dilapidando il loro immenso patrimonio nell’arco di tre secoli. Leopoldo aveva allora deciso di investire una parte del rimanente in un’impresa industriale fondando, nel 1887, un piccolo cantiere navale, a Messina, dedito soprattutto a piccole costruzioni e, dopo il … Continua a leggere “Via”… da Messina: Carlo Rodriquez, l’armatore che ha fatto volare le navi »

  Trentesima puntata della rubrica dei personaggi dimenticati dalla toponomastica messinese. Le altre le potete trovare qui. È fresco di stampa un libro pubblicato da Einaudi intitolato “Addio Lugano bella – Storie di ribelli, anarchici e lombrosiani”, biografia di Pietro Gori. Il titolo è un chiaro omaggio alla canzone Addio Lugano bella, tra le ballate anarchiche più popolari e conosciute. Inno nostalgico di generazioni di libertari … Continua a leggere “Via”… da Messina: Pietro Gori, l’anarchico romantico »

  Dedichiamo a un’intera categoria di protagoniste dello sviluppo culturale e sociale di Messina, e non solo, la ventinovesima puntata (le altre sono qui) di questa rubrica nata per stuzzicare la memoria cittadina su personaggi che la politica e il governo della città hanno trascurato di commemorare con la toponomastica. Messina storicamente ha avuto un ruolo glorioso nell’editoria. Basterebbe in tal senso ricordare il tedesco … Continua a leggere “Via”… da Messina: quelle tipografe senza nome (ma col cognome dei mariti morti) »

  Nata a Caronia, tra i monti Nebrodi e il mare, il 10 novembre 1893, figlia del cavalier Luigi Mancusio, originario di Capizzi, Francesca Mancusio dimostra sin da ragazza un carattere indipendente e caparbio. Si sposa nel 1909, a sedici anni, con l’avvocato Ignazio Mirabile. Il padre, in vista delle nozze, già tre anni prima, decise di farle dono di un’auto: una pregiata Isotta Fraschini … Continua a leggere “Via”… da Messina: Francesca Mirabile Mancusio, prima donna ad aver conseguito la patente in Italia »

Il primo contatto con Messina avvenne a seguito del Terremoto del 1908. Studiò a fondo gli effetti del sisma e formulò una teoria originale, basata su una modellazione dinamica delle strutture, che presentò nel 1909 a Torino e che gli valse la vittoria del concorso internazionale bandito dal governo sulla progettazione di costruzioni antisismiche. Così scrisse: “Noi sappiamo che alcune fra le case di Messina … Continua a leggere “Via”… da Messina: Arturo Danusso e la storia del Pilone »

  Ventiseiesima puntata dedicata ai grandi personaggi che hanno contribuito alla storia di Messina, senza però esserne ricordati con la dovuta gratitudine nemmeno dalla toponomastica cittadina; le altre puntate sono qui. Il 22 Agosto 1946, alla presenza di Enrico De Nicola, Capo Provvisorio dello Stato (verrà nominato ufficialmente primo Presidente della Repubblica italiana il primo gennaio del 1948) viene inaugurata la VII edizione della Fiera … Continua a leggere “Via”… da Messina: Vincenzo Pantano, l’architetto che offrì un palcoscenico allo Stretto di Messina »

  Messina avrebbe senz’altro il diritto, e ancor di più il dovere, di celebrare il Bardo per i suoi legami con la città dello Stretto. E se, nel 2011, il Consiglio Comunale di Messina, deliberò la cittadinanza onoraria post-mortem di William Shakespeare, ci chiediamo perché non gli sia stata allora dedicata una Piazza o una Via cittadina. L’allora presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Previti, arrivò … Continua a leggere “Via”… da Messina: William Shakespeare, il Bardo che scelse Messina tra le sue ambientazioni preferite »

  Con le parole riportate nel sottotitolo, a dieci giorni dal catastrofico terremoto del 1908, lo scienziato russo ucraino Il’ja Il’ič Mečnikov, fresco vincitore del Nobel per la medicina, tiene a Parigi un commovente ricordo della città cui, scientificamente, deve tutto. “A Messina si compì una svolta nella mia vita scientifica. Fino ad allora ero uno zoologo, mi trasformai improvvisamente in un patologo. Avevo imboccato … Continua a leggere “Via”… da Messina: Mečnikov, il premio Nobel dello Stretto »

  Lo dobbiamo a un illustre geologo svizzero e al nostro celebre concittadino Giuseppe Seguenza, se Messina ha un posto d’onore nella storia della geologia mondiale. La nostra città è infatti, unica al mondo, titolare di ben due dediche nella nomenclatura delle stratigrafie geologiche: il periodo Zancleano, così battezzato da Seguenza, e il Messiniano, così denominato da Karl Mayer-Eymar. Complessivamente 3,5 milioni di anni della … Continua a leggere “Via”… da Messina: Karl Mayer-Eymar, il creatore dell’Età Messiniana »

  Il cinema, quello che oggi conosciamo tutti, nasce muto, senza audio, senza suoni. Solo nelle sale più prestigiose, la proiezione cinematografica veniva talvolta accompagnata da un’orchestra dal vivo, che ne faceva da colonna sonora. Sarà nel 1913 che un genio messinese aprirà la strada a una rivoluzione: Giovanni Rappazzo realizza la prima pellicola cinematografica ad impressione contemporanea di immagini e suoni. Quello stesso anno, … Continua a leggere “Via”… da Messina: Giovanni Rappazzo, l’inventore del cinema sonoro »