Archivi della categoria: Blog

Che sia chiaro: non parlo né di ex amanti, né di ex mogli o ex mariti. La città ha tanti ex pure tra i politici, gli amministratori, i notabili o i malfattori, ma è di Luoghi che parlo. Messina è piena di luoghi che portano denominazioni disperatamente ancorate a una condizione passata ma storicamente recente, a un nome passato che seppure cancellato persiste come se … Continua a leggere La città e tutti i suoi Ex »

Durante 13 anni di felice permanenza nel Regno Unito, due cose (fra le tante) ho particolarmente vantato dei britannici, la loro società multietnica, tollerante verso qualunque tipo di diversità, e la fiducia, da cittadino, verso lo stato ed il governo (con tutti i dovuti limiti). Penso che non dimenticherò mai le parole solenni del presentatore della Bbc, che con il sottofondo dei tocchi del Big … Continua a leggere Brexit: riflessioni di un neurologo messinese a Londra »

Cari ragazzi, la scuola vi prepara per il lavoro del futuro, almeno ci prova. Lo dicono anche gli esperti e ora vi spiego a cosa mi riferisco. Dovete innanzi tutto sapere che il vostro futuro, ma anche quello della nostra terra, dipenderà infatti dalla vostra istruzione e dalla capacità che avrete di essere diversi e originali rispetto alla visione del mondo. Puntate tutto innanzi tutto … Continua a leggere Cari ragazzi, per il vostro futuro puntate sulla creatività. E vi spiego perché »

Intanto bisogna rilevare che abbiamo goduto di una costituzione materiale lunga 70 anni: dal ricatto dell’inserimento nella Costituzione del paese senza il pur necessario vaglio di congruità.  Una messa in scena da grande Western: le comparse separatiste con approssimativo, forse improbabile, movimento di “masse”, un piano sequenza con i banditi a Portella. Campi lunghi per sfumare e/o confondere presenze improprie, ciascuna con particolare disegno, comunque … Continua a leggere Sicilia e autonomia…ne parliamo? »

Mi incuriosii di Umberto Eco perché lo citava spesso Oreste Del Buono. Che era il direttore di Linus, mensile di fumetti, una delle mie bibbie negli anni del liceo. O meglio, mensile di letteratura. Perché Del Buono scriveva spesso che le vignette lì contenute erano forme di scrittura di pari dignità con le altre forme di narrazione, come diceva Umberto Eco. Apocalittici e integrati è … Continua a leggere Apocalittico e integrato. In ricordo di Umberto Eco »

  L’imperatrice della moda per antonomasia è stata un manifesto vivente di emancipazione femminile. Donna dal talento geniale, innovativa, austera ma al tempo stesso sfrontata, seppe cambiare il connubio moda-femminilità nei primi del ‘900. I suoi vestiti cambiarono per sempre il linguaggio della moda rompendo con la tradizione della bella époque che prevedeva abiti con lunghi strascichi e stretti corsetti. Sobrie ed eleganti, le sue creazioni permettevano alla … Continua a leggere Coco Chanel: “Lavora per essere libera” »

  Ha 29 anni, la sua azienda fattura 8 milioni di dollari e ha 24 dipendenti. Nel 2009, apre il blog di moda The Blonde Salad con l’aiuto del fidanzato che ne studia le strategie commerciali, mentre lei si occupa della parte comunicativa. Poteva essere uno dei tanti blog ma diventa un punto di riferimento per chi ama la moda e non solo. Grazie ai suoi 9 … Continua a leggere Chiara Ferragni odi et amo »

  Voluta da Cuffaro e pubblicata da Fmr, nel 2006 apparve l’Enciclopedia della Sicilia che conteneva tutto l’ieri e l’oggi. Degli uomini solo gli illustri, purché sicuramente morti. Giulio Andreotti raccontava Salvo Lima. Era lucidamente stringato, a suo modo essenziale. Era una lettura per una storia da scriversi in maniera definitiva, il resto sarebbe rimasto un gran vociare. E a rileggere quelle 27-28 righe si … Continua a leggere Andreotti, la Sicilia e la “banalità del male” »

Non c’è bisogno di essere accaniti sostenitori di Renato Accorinti per rendersi conto che in questi pochi anni è stata scritta una pagina di storia e ieri più che mai. Ieri non si è salvato Renato, ieri è stata salvata la nostra città dal periodico saccheggio dei soliti noti. I soliti, vecchi, bigotti paleodemocristiani che hanno adescato i consiglieri comunali più insospettabili come un pedofilo … Continua a leggere 15 febbraio 2017, un giorno di festa »

La barba c’è, le corna no, ma poco importa: non sono gli attributi che fanno di Renato Accorinti, prossimo ad affrontare la sfiducia in aula, un perfetto “capro espiatorio”; non sono l’azione politica, le magliette “free-Tibet”, la logorrea, le bandiere della pace. Perché, la storia insegna, per essere “capri espiatori” sono sufficienti una condizione di crisi e un’ottima propaganda. E basta. Già, la propaganda. Se … Continua a leggere Il sindaco “capro espiatorio” di peccati altrui »