Fra cinema, teatro ed eventi: gli appuntamenti da non perdere

 

La location è quella spettacolare del Museo regionale di Messina, dove torna anche quest’anno la rassegna “REstate al MuMe”, evento realizzato da l’Apollo srl, Accademia Filarmonica, Filarmonica Laudamo, Nutrimenti Terrestri eTeatro dei 3 Mestieri, in collaborazione con Apollo Spazio Arte di Loredana Polizzi. In scena spettacoli teatrali e tanti film (come il “messinese” Cruel Peter”, che ha fatto registrare il tutto esaurito), ma anche un laboratorio artistico teatrale dedicato ai più piccoli.

Arte in scena anche alla Tenuta Rosocolmo con il “Capo Rasocolmo Summer Fest 2021”, che domenica 25 luglio, alle 19, ospiterà “Tango Songs”, un viaggio nel mondo del Tango a partire dalle sue origini, con brani di Astor Piazzolla, Anibal Troilo e tanti altri.

Nell’anno in cui si celebra il ventennale della Fondazione Horcynus Orca e si concludono i primi dieci anni di vita della Fondazione di Comunità di Messina, torna anche l’Horcynus Festival, in programma dal 19 luglio al 5 agosto (e poi di nuovo in autunno), fra jazz, cinema, teatro, libri e laboratori narrativi per l’infanzia. Ad aprire le danze? Il grande Paolo Fresu, che il 19 luglio riceverà il Premio Horcynus Orca 2021 (al Palacultura) la sua grande carriera musicale e per una sensibilità sempre attenta al cambiamento, alle metamorfosi, alla promozione della propria idea di bellezza

Prosegue al Blue Sky la kermesse “Il Festival delle Stelle”, che dopo i primi 4 appuntamenti ospiterà il 21 luglio il comico Roberto Lipari e il 26 la cover band di Vasco “Kollettivo Kom”, così come va avanti la programmazione del Cortile Teatro Festival”, in corso fino a metà settembre in tre location diverse: il Cortile settecentesco Calapaj-D’Alcontres, accanto al Duomo di Messina, il MuMe e l’Area Iris. 

 


 

Sport, cosa c’è di nuovo

 

Dopo un anno e mezzo oscillante tra clausura e limitazioni, le attività all’aperto, anche di chi il massimo dello sport che ha praticato è stato il tuffo a bomba, la maratona di playstation o il sollevamento della forchetta, si sono impennate in maniera clamorosa.

Basta un giro nella pista ciclabile della riviera nord, a qualsiasi ora, per vedere una quantità mai vista (pure troppo) di messinesi che corrono, passeggiano, vanno in bicicletta (tentando di scansare i pedoni). Oltre alle attività spontanee, c’è anche chi si organizza: una novità dell’estate 2021 è lo Stand Up Paddle, disciplina in cui si sta in piedi su una tavola vagamente simile a quella da surf, utilizzando una pagaia per muoversi. #messinasup è una comunità di appassionati di Stand Up Paddle che ha sede al windsurf club Messina (che continua ad organizzare i tradizionali corsi di tavola a vela, così come l’Octopus), che organizza gite e tour in SUP nei posti più suggestivi della Sicilia Orientale alla scoperta di posti diversamente non raggiungibili con normali imbarcazioni.

Non è una novità del 2021, ma il padel continua a spopolare, e i centri in cui praticarlo sono spuntati come funghi nell’ultimo anno: da Santa Margherita a Faro, dal centro al… centro, spesso accanto (o al posto) di campi dedicati al calcetto, da sempre re degli sport di chi sportivo non è ma che nell’ultimo anno ha visto vacillare il predominio: che i due sport andassero a braccetto lo testimonia la nascita del “geneticamente modificato” Padbol, che fonde il Padel e il calcio tennis, e si gioca con un pallone di misura 4, due contro due.

Per chi alla performance preferisce l’armonia, una soluzione potrebbe essere lo yoga. Respiro Yoga Messina organizza corsi mattutini e serali tra Faro e il centro, mentre il Centro tao Messina organizzato un palinsesto di eventi estivi tra la città e la provincia, con vacanze alle Eolie e un “gemellaggio” a Scilla.

Uno degli effetti collaterali della pandemia è la ritrovata voglia di socialità  e movimento: la passeggiata a mare, ad ogni ora del giorno, è piacevolmente invasa da chi fa sport, dalle arti marziali ai corsi di pattinaggio per i più piccoli, agli esercizi a corpo libero, fino agli skaters e a chi a scambiare palleggi e passaggi non rinuncia.

Una novità del 2021 sono gli attrezzi (pochi, ma meglio di niente) per la ginnastica a corpo libero che l’amministrazione ha messo a villa Dante e villa Sabin: un vogatore, una sbarra per le trazioni, uno stepper e un attrezzo per l’allenamento delle gambe. Al fresco degli alberi, in due dei pochissimi punti verdi della città, di pomeriggio c’è la fila per utilizzarli.

 


Cene, drink e svago: un tour nella movida

 

In attesa di capire come andrà l’estate 2021, con le incognite sul “green pass” e lo spettro di un ritorno in zona gialla, è entrata nel vivo ormai da settimane la movida estiva in riva allo Stretto, con decine e decine di lidi, pub, ristoranti, ritrovi e cocktail-bar intenzionati a mettersi alle spalle l’annus horribilis appena trascorso. Il baricentro del divertimento, come al solito, sarà la litoranea, che da Paradiso a Mortelle brulica di ritrovi ed eventi, ma le alternative non mancano anche in centro e in zona sud. Fra le new entry dell’ultima ora, oltre a quelle segnalate nella consueta guida estiva di Lettera Emme (fra cui il Giardino dello Sporting, The Jungle beach club e il restyling del Blue Sky), anche il nuovo volto della terrazza della fondazione Horcynus Orca, a Capo Peloro, che ospiterà la cucina di “Casa&Putia”, per cenare sotto le stelle con vista sul Pilone e sulla spiaggia di Torre Faro.  Novità anche alla Corte dei Mari, che ospita il temporary restaurant Letrevì e lo chef Paolo Romeo, che cucinerà in modalità show cooking nella suggestiva location affacciata sullo Stretto.

 

 

A fare la arte del padrone, anche quest’anno, sarà il food, all’insegna soprattutto di cruditè, sushi, pizze e piatti di mare, ma non mancheranno gli apertivi, i dj-set e la musica dal vivo.

Messina, guida alla movida estiva (2021 edition)


 

A tutta musica: concerti e festival in città e provincia

 

L’epicentro per i concerti in città sarà sicuramente Villa Dante, che per tutta l’estate ospiterà la kermesse “Messina Restarts”. Tanti i “big” della musica italiani presenti, fra cui Samuele Bersani, Piero Pelù, Max Gazzè, Fiorella Mannoia, Aiello, i Subsonica, Alice (che canta Battiato) e Francesco Renga. Si inizia il 24 luglio con Mario Venuti, mentre il 5 settembre l’appuntamento è con… Cateno De Luca, che presenterà il suo album di debutto, composto da 10 brani. Qui il programma completo.

Tanti gli appuntamenti anche a Taormina: da Antonello Venditti (il 29 e il 30 luglio) a Gianna Nannini (il 21 agosto). Fra i tanti ad esibirsi nel magico scenario del Teatro greco anche Carl Brave, Diodato, Fabrizio Moro, Ben Harper e il duo Colapesce-DiMartino. Qui per acquistare i biglietti.

E gli amanti della musica indie? Ce n’è per tutti i gusti. Il primo festival a partire è l’Ortigia Sound System, dal 28 Luglio all’1 Agosto, nella cornice del Castello Maniace ad Ortigia, mentre dall’1 al 5 agosto torna a Tindari l’VIII edizione delll’Indiegeno Fest, con le esibizioni di Carmen Consoli, Roy Paci & Aretuska, Francesca Michielin, Bugo e tanti altri. Dal 5 all’8 Agosto tocca invece all’Ypsigrock, in scena a Castelbuono, e al Festivalle, nella suggestiva location della Valle dei Templi. Protagonista dall’ 8 all’ 11 Agosto, invece, sarà il Castello di Milazzo, che ospiterà il coloratissimo Mish Mash Festival.

Qui una guida esaustiva con tutti gli appuntamenti:

Dall’Indiegeno all’Ypsigrock: guida ai festival musicali dell’estate 2021

 


 

 

Rock, elettronica e “Stand-up comedy” al Retronouveau

 

Cinque spettacoli nel segno della stand-up comedy nel “tempio” messinese della musica dal vivo, che dopo la pausa forzata imposta dalla pandemia da qualche settimana ha riaperto le porte dello storico locale di via Croce Rossa. Dopo anni e anni di grandi concerti, che proseguiranno anche questa estate, con band locali, nazionali ed estere, il Retronouveau si appresta ad ospitare alcuni fra i più noti comici italiani, che si esibiranno “in piedi” (in inglese stand-up) davanti al pubblico, fra comicità, battute e monologhi, come impone la tradizione di una forma di spettacolo che prese piede oltre oceano agli albori dello scorso secolo per poi diffondersi nelle metropoli Usa a partire dal secondo dopoguerra.

Ad inaugurare la kermesse, lo scorso giovedì, è stato il comico Filippo Giardina, mentre il prossimo appuntamento sarà all’insegna di Francesco Rapone (qui tutte le date).

 

Non mancheranno, ovviamente, i concerti e i dj-set (fra dark, new wave, alternative, elettronica e techno). Tanti gli artisti ad esibirsi, fra i quali il pianista swing Sorgentone, la berlinese Maria Basel e i messinesi The Asteroids (il cui frontman è il direttore di LetteraEmme Alessio Caspanello), La stanza della nonna Basiliscus P.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments