film-messina

“Il postino”, di Michael Radford e Massimo Troisi (1994)

 

Da “Stromboli, terra di Dio” (1948), del grande Roberto Rossellini, al cinepanettone estivo “Panarea” (1997), passando per “Vulcano”, con Anna Magnani, le isole Eolie sono da sempre uno dei luoghi prediletti da registi e produttori, attratti dall’incredibile teatro a cielo aperto delle sette perle del Tirreno.

Uno dei film più celebri girati nell’arcipelago è senza dubbio “Il postino” dell’indimenticabile Massimo Troisi, scomparso appena 12 ore dopo la fine delle riprese. Protagonista della storia, ambientata nel 1952,  è un disoccupato figlio di pescatori, Mario Ruoppolo, che viene assunto in qualità di postino con il compito di consegnare la corrispondenza al grande poeta cileno Pablo Neruda, in esilio politico su un’isola del sud Italia.

Favola moderna intrisa di malinconia, la pellicola ebbe un successo planetario, ottenendo 5 candidature agli Oscar e facendo conoscere agli spettatori di tutto il mondo l’anima selvaggia e incontaminata di Salina (una delle location del film insieme a Procida e a Pantelleria) e in particolare la frazione di Pollara.

 

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Dopo “Stromboli, terra di Dio” di Rossellini, “Caro Diario” di Nanni Moretti, “L’avventura” di Antonioni e “Il Postino” di […]