PALERMO. In Sicilia nella settimana che va dal 19 al 25 maggio risulta in miglioramento l’indicatore relativo ai “casi attualmente positivi per 100.000 abitanti” (259, -16,7%) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente, mentre crescono le percentuali di cittadini vaccinati e gli ospedali si svuotano. Dati, contenuti in un’analisi della Fondazione Gimbe di Bologna, che fanno ben sperare per l’agognato passaggio in zona bianca, sebbene anche ieri la Sicilia fosse al terzo posto in Italia per numero di contagi giornalieri. Nel resto del Paese, intanto, continua a scendere l’incidenza dei casi e da lunedì, per la prima volta da quando a novembre è entrato in vigore il sistema dei colori, saranno tre le regioni in zona bianca: per gli oltre 3 milioni di abitanti di Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna cadranno tutte le restrizioni ad eccezione del distanziamento e dell’utilizzo della mascherina e fermo restando l’adozione dei protocolli di sicurezza previsti per i differenti settori. Una situazione che a metà giugno potrebbe essere quella in cui si troverà più della metà dello Stivale.

Per quanto riguarda la Sicilia, sono sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica 15% (soglia massima 40%) e terapia intensiva 11% (soglia massima 30%) occupati da pazienti Covid-19. Sul fronte della campagna di vaccinazione, la percentuale di popolazione con ciclo completo è pari al 16,7% a cui aggiungere un ulteriore 15,1% con sola prima dose. La percentuale di over 80 con ciclo completo è pari al 66,2%, a cui aggiungere un ulteriore 11,9% con sola prima dose; quella di fascia 70-79 anni con ciclo completo è pari al 32,3% a cui aggiungere un ulteriore 34% con sola prima dose. Infine, la percentuale di popolazione 60-69 anni con ciclo completo è pari al 24,4%m a cui aggiungere un ulteriore 30,3% con sola prima dose.

Sull’emergenza Covid in Sicilia ha parlato la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, durante una sua visita a Palermo: “Molte aziende sono state chiuse con un tasso di disoccupazione in crescita – ha detto – ma sappiamo che la ripresa sta per arrivare. Il piano vaccinazioni sta postando i suoi risultati. Occorre guardare al futuro con fiducia”.

Ieri erano 383 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia, su 18.104 tamponi processati, con una incidenza di circa 2,1%. I morti sono stati 20 e portano il totale a 5.798. Il numero degli attuali positivi è di 11.340 con una diminuzione di 375 casi. I guariti sono 738. Negli ospedali i ricoverati sono 616, 23 in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 81, 5 in meno rispetto al bollettino precedente.

Intanto la Regione Siciliana, alla luce di casi positivi in crescita a Geraci Siculo e Lercara Friddi, ha disposto la zona rossa da oggi, fino al 3 giugno compreso, per i due paesi in provincia di Palermo. Nell’ambito della stessa ordinanza si stabilisce la prosecuzione della “zona rossa”, fino al 3 giugno, per San Cipirello e Vicari, sempre in provincia di Palermo.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments