Author: Alessio Caspanello

  MESSINA. La Corte di conti “prende atto della volontà del Comune di Messina di esercitare la facoltà di rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale”, e rimanda all’adozione di questo da parte del consiglio comunale (con scadenza fine aprile) l’esame sullo stato dei conti di Palazzo Zanca e la decisione sulla salvezza o sul dissesto. E’ quanto si legge nella deliberazione numero 24 a … Continue reading Dissesto o non dissesto? La Corte dei conti rimanda la decisione… e sconfessa De Luca »

  MESSINA. “Ho iniziato a preparare i pacchi per traslocare da palazzo Zanca… Voglio lasciare la mia stanza ordinata per il Commissario che mi sostituirà”. Scriverlo, su Facebook, è il sindaco Cateno De Luca, che si appresta ad affrontare i suoi ultimi 10 giorni da sindaco prima delle sue dimissioni, già rassegnate ed effettive a partire dal 14 di febbraio (Corte dei Conti permettendo, qui … Continue reading Cateno De Luca si prepera al trasloco da Palazzo Zanca. E poi? Cosa succederà? »

  MESSINA. Il comune di Messina andrà a dissesto finanziario, come sembrava ad inizio gennaio, con la pesantissima disamina della Corte dei conti, o è salvo dal fallimento, come da tre giorni dice il sindaco Cateno De Luca, dopo le controdeduzioni che l’amministrazione ha inviato ai magistrati contabili l’1 febbraio? E De Luca si dimetterà, come otto volte ha già dichiarato di voler fare, dato … Continue reading Ma quindi è dissesto o non è dissesto? (risposta: se ne riparla tra qualche anno) »

  Domenica scorsa Lettera Emme ha compiuto 5 anni. “I migliori anni della nostra vita”, vorremmo dirvi. Ma vi diremmo una bugia, e noi non pubblichiamo fake news. La verità è che non c’è molto da festeggiare. Stiamo affrontando (tutti quanti) uno dei periodi più difficili di sempre, che ha condizionato e continua a condizionare la vita di milioni di persone, e ancora non riusciamo … Continue reading “Il tempo vola quando ci si diverte”: i primi cinque anni di LetteraEmme »

  MESSINA. L’ex sindaco Renato Accorinti e l’ex rettore Pietro Navarra andranno a giudizio contabile, l’11 maggio 2022, davanti alla Corte dei conti per la vicenda che riguarda la partecipata (in liquidazione per anni) Innovabic, società di cui Palazzo Zanca e Ateneo erano soci al 33% ciascuno (la terza parte apparteneva all’ex Provincia regionale). Insieme ad Accorinti e Navarra, infatti, sono citati in giudizio il … Continue reading Danno Erariale, la Corte dei Conti chiede sanzioni pecuniarie per Renato Accorinti e Pietro Navarra »

  MESSINA. C’è una partecipata, sconosciuta ai più, che da ventisei anni grava (poco, ma grava) sui bilanci del comune di Messina, e che in questo arco di tempo rappresenta ancora una partita non si è riusciti a chiudere. E’ la “associazione ente teatro di Messina”, nata nel 1988 e messa in liquidazione nel 1996. E in quello stato di sospensione è ancora oggi, al … Continue reading Messina, c’è una partecipata in liquidazione da… ventisei anni »

  MESSINA. C’è l’ospedale Regina Margherita e l’ospedale “Piemontese”. C’è il “government office” (la prefettura), la “town hall” (il Comune), il “law courts” (il tribunale), ma anche il Duomo, l’università, la Finanza, la Dogana (“custom house”), le Poste, la stazione centrale, il magazzino dei viveri di scorta, il “direttorato provinciale” ma soprattutto il “fascist h.q. (headquarter)”, il quartier generale fascista, all’epoca piazzato tra le vie … Continue reading Messina, la mappa militare USA della II guerra mondiale, che guidò i bombardamenti sulla città »

  MESSINA. Una parte piuttosto consistente dell’analisi della Corte dei conti sul piano di riequilibrio del Comune di Messina, i magistrati contabili la riservano a sottolineare un aspetto piuttosto allarmante del piano: e cioè che la parte maggiormente “salata” della manovra di riequilibrio ricadrà sulle spalle dalle prossime due (o più) amministrazioni, di qualunque colore esse siano. “Il peso delle singole voci è spostato a … Continue reading Messina, quei costi spalmati sulle amministrazioni (e sui cittadini) future »

  MESSINA. “Le criticità nella riscossione delle entrate risultano gravi, persistenti e diffuse“. E’ il tranciante giudizio che Adriana Parlato, consigliere istruttore della sezione di controllo siciliana della Corte dei Conti, annota nella relazione al piano di riequilibrio del comune di Messina. Palazzo Zanca, cioè, non solo non riesce a far pagare ai messinesi quanto è dovuto in termini di tasse e tributi, ma, e … Continue reading “Le criticità nella riscossione risultano gravi, persistenti e diffuse”, spiega la Corte dei conti »

  MESSINA. Le partecipate sono una specie di pozzo senza fondo che Palazzo Zanca si porta appresso da almeno vent’anni, e qualsiasi tentativo di porre un rimedio si è dimostrato non particolarmente incisivo. Lo testimonia la relazione della Corte dei conti alle misure del piano di riequilibrio del comune di Messina, parlando esplicitamente di “insoddisfacente quadro informativo riguardante gli organismi partecipati e all’ eventuale presenza … Continue reading Debiti delle partecipate, il pozzo senza fondo del comune di Messina »