MESSINA. È stato approvato quest’oggi, in Consiglio comunale, l’atto di indirizzo per l’adozione di ulteriori correttivi all’isola pedonale di Torre Faro e ai provvedimenti viabili in vigore dal 10 Giugno fino al prossimo 15 Settembre. In attesa della decisione della Giunta, il documento ha ottenuto il voto favorevole dell’Aula ad esclusione dei consiglieri del Gruppo Misto, che si sono astenuti.

Quattro i correttivi previsti nell’atto, redatto con l’apporto di cittadini, associazioni ed esercenti, che durante le scorse settimane hanno presentato le loro istanze con l’obiettivo di risolvere le tante criticità riscontrate.

Nel dettaglio le modifiche prevedono:

1. L’utilizzo gratuito del parcheggio Torri Morandi ai residenti del villaggio di Torre Faro;
2. L’istituzione di un servizio bus navetta con partenza e arrivo al parcheggio di interscambio Torri Morandi e lungo il percorso dell’isola pedonale, con biglietto integrato del parcheggio e del bus pari 2,50 euro h 24 per ogni autovettura;
3. Pass residenti e proprietari di immobili, da utilizzare per tutte le vie del villaggio, ad eccezione dell’isola pedonale,  attraverso l’istituzione di parcheggi dedicati tramite segnaletica orizzontale e verticale;
4. L’istituzione della zona a traffico limitata per tutto il villaggio di Torre Faro, ad eccezione dell’area interessata dalla pedonalizzazione.

«Il Consiglio si è schierato compatto per mettere una pezza ai tanti errori commessi dall’Amministrazione», commenta la capogruppo del M5s Cristina Cannistrà, che si è occupata di redigere il documento per conto della I Commissione.

«Fra i correttivi approvati – prosegue – c’è anche l’attuazione della Zona a Traffico Limitata, più volte richiesta dal nostro Gruppo consiliare con il supporto del meetup Grilli dello Stretto. Si tratta di una grande opportunità per regolamentare finalmente il traffico veicolare a Faro, ma l’Amministrazione si è sempre opposta per l’impossibilità di istituire i varchi elettronici per il controllo degli accessi (in assenza del Pgtu) e per la carenza di organico nella Polizia Municipale e/o Metropolitana. In realtà già adesso vengono impegnati numerosi agenti della polizia municipale e della protezione civile, che potrebbero controllare benissimo anche gli accessi della istituenda e provvisoria ZTL».

«Il Consiglio – conclude – ha fatto la sua parte, con la collaborazione dei cittadini, cercando di venire incontro alle esigenze di residenti, turisti e attività commerciali. Adesso la palla passa all’Amministrazione: vedremo se verranno ascoltate le richieste dell’Aula e della cittadinanza o se continueranno a perseverare con scelte sbagliate e controproducenti, certificate dalle continue e modificative delibere di Giunta», conclude.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments