MESSINA. Fermo no dell’Amministrazione De Luca e della Prefettura anche alla sola esposizione della Vara il 15 agosto, per evitare assembramenti. A causa della pandemia, per il secondo anno, la città di Messina non assisterà alla tradizionale processione della machina votiva per le vie del centro, ma quest’anno alcuni esponenti politici locali, come il presidente della V Municipalità Ivan Cutè, la consigliera comunale del M5s Cristina Cannistrà e il consigliere comunale di OraSicilia Salvatore Sorbello, ne avevano chiesto almeno l’esposizione.

In particolare, Cutè chiedeva di valutare la possibilità di procedere con l’allestimento e l’esposizione della Vara a Piazza Ettore Castronovo per il mese di Agosto 2021 e di predisporre la pedonalizzazione e la chiusura parziale al transito veicolare dello slargo nel periodo di esposizione (qui il link all’articolo sulla proposta).

A lui facevano eco il M5s, con degli emendamenti che prevedevano di: «esporre la Vara, per non più di 15 giorni per evitare un’esposizione di lungo periodo che potrebbe danneggiarla; reperire urgentemente i fondi per il restauro della macchina votiva; avviare un calendario di eventi, nel periodo dell’esposizione della Vara, con la partecipazione di associazioni, comitati cittadini e organizzazioni; esporre i Giganti nei due luoghi storici: Camaro e piazza Unione Europea».

Poi anche il consigliere Sorbello, che chiedeva il montaggio della machina votiva senza slitte a piazza Castronovo dall’1 al 15 agosto e il trasferimento su gommato la notte del 15 al Duomo fino ad ottobre, oltre, anche lui, al restauro della stessa opera.

A queste richieste l’Amministrazione comunale aveva risposto che «Qualunque iniziativa sarà subordinata al parere della Prefettura» (qui l’articolo). Oggi la presa di posizione decisiva dopo un tavolo di confronto con la Prefettura, per evitare che si vengano a formare assembramenti.

Non tardano ad arrivare le polemiche per la decisione: «Vorrei dire all’illustrissimo Prefetto di Messina, all’egregio Questore e al Sindaco che, se non lo sapessero, ogni sera a Messina ci sono assembramenti, nelle strade, nei pub, nei lidi addirittura si balla. Quindi questi assembramenti di fatto vanno bene, un possibile (e non sicuro) assembramento, con la Vara esposta, regolato e organizzato no. Complimenti a chi ha contribuito a questa scelta. State privando la città del suo simbolo più importante», commenta il Presidente della V Municipalità, Ivan Cutè, su Facebook.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments