MESSINA. «Quale conclusione traiamo dal confronto tra tecnici pro e contro il ponte svoltosi in commissione ponte al comune di Messina? Che le questioni poste in questi anni relative al vento, alle faglie, alla percorribilità dei treni, ai cavi, sono tutt’altro che pretestuose o secondarie e che dopo oltre 4 ore di confronto non sono stati dissipati tutti i dubbi né sciolti tutti i nodi tant’è che l’ing. Mele ha dichiarato a sorpresa che il progetto esecutivo, che doveva essere consegnato per legge entro il 31 luglio 2024, slitterà al 2025» a prendere parola sugli avanzamenti dei lavori e delle discussioni sul ponte il comitato “No ponte Capo Peloro” in una nota.
«L’impressione che traiamo dal dibattito – spiegano-  è che il progetto del ponte sembra muoversi come un elefante all’interno di un negozio di cristallerie e che anche ammesso che si riesca a fare stare l’elefante sulle punte dei piedi non è detto che non possa perdere l’equilibrio da un momento all’altro cadendo rovinosamente e rompendo tutte le delicate cristallerie del negozio (ovvero le bellezze dello Stretto di Messina)»
«La domanda allora da porsi è: ma perché bisogna fare entrare per forza l’elefante nel negozio di cristallerie? Fuor di metafora: ma perché fare per forza il ponte sullo stretto quando basterebbe potenziare i traghetti?» concludono

A prendere parola sulla commissione anche il comitato “Invece del Ponte” che in una nota afferma: «Il confronto organizzato dalla Commissione consiliare insieme con l’Associazione Invece del ponte ha registrato grande interesse da parte di cittadini e organi di informazione. Ai quesiti posti dai tecnici indipendenti, De Miranda, Mazzolani, Risitano e Rizzo, la società SdM ha risposto evasivamente e con toni a volte nervosi»

«Inaspettatamente- scrivono- i tecnici ed i consulenti di SdM hanno argomentato le loro risposte riferendosi a dati non presenti, o differenti, da quelli riscontrabili negli elaborati di progetto depositati al Ministero, mostrando come il progetto sia evidentemente ancora in una fase di approfondimento e studio (o, molto probabile, sono stati rilevati errori?) . Forse anche per questi motivi è stato detto che il progetto non sarà pronto entro il 2024 ed è rinviato, pare, al 2025, mettendo una pietra definitiva sui roboanti annunci di tono trionfalistico ripetuti in campagna elettorale. Come può essere considerato “definitivo” un progetto che non espone gli elaborati di stima, come fatto rilevare da Rizzo, e lascia indefiniti aspetti tecnici importanti? Qualificare “Definitivo” un progetto nel quale prove, materiali, fondazioni, informazioni geologiche e idrogeologiche non sono definiti e’ in contrasto con la legge.»

«Per uno dei temi caldi -continuano-  le prove a fatica per i cavi, sollevato da Risitano e ripreso  da De Miranda, sono state evidenziate le fortissime criticità realizzative per costruire in aria, affiancandoli, due cavi di 1,2 mt di diametro a una distanza pochi decimetri l’uno dall’altro. I movimenti dei cavi, durante la costruzione, comporteranno un rischio di contatto aereo di impossibile prevenzione e gestione. Non a caso nessun ponte di queste dimensione ha mai utilizzato cavi appaiati per reggere l’impalcato. Questo argomento, rilevantissimo, non ha avuto  alcuna risposta dai tecnici della società Stretto.Un dibattito lungo da cui forse ci si potevano aspettare maggiori chiarimenti,  ma i tecnici e i consulenti della SdM sono rimasti asserragliati sulle loro posizioni che evidentemente prevedevano solo l’affermazione che i progettisti sono i più bravi al mondo e sono controllati da una grandissima società di verifica. Peccato allora non fossero presenti né i controllori della Parsons e del Comitato Scientifico né i progettisti della COWI, che remunerati da SdM, sarebbero, gli unici soggetti tecnici a valutare il progetto, visto che lo stesso avrà solo l’approvazione politica del CIPESS: uno dei progetti più impegnativi mai realizzati, sarebbe quindi approvato anche in linea tecnica da un organo politico. Questo potrebbe essere certamente un primato. Non crediamo positivo»

Subscribe
Notify of
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments