MESSINA. La strada più pericolosa di Messina? Il corso Cavour, per distacco. Con ben 166 incidenti per km registrati in sei anni, tra il 2011 ed il 2017, la via intitolata allo statista piemontese è quella in cui c’è più probabilità di incappare in un sinistro. Lo spiegano i dati raccolti dalla Tpl Pro, lo studio di ingegneria che sta redigendo il piano generale del traffico di Messina.

Non è troppo sicuro percorrere anche il viale Boccetta, strada in cui il tasso di incidenti è piuttosto elevato (105 per chilometro), ma decisamente distante dal record negativo del corso Cavour, così come la via Salandra (91 al km) e la via Tommaso Cannizzaro (87 al chilometro). Non troppo distanti la via Tommaso Cannizzaro e la via Cesare Battisti, ma il dato che salta all’occhio è che la quinta strada più pericolosa ha meno della metà degli incidenti della prima.

 

 

Micidiale anche passare tra viale della Libertà e viale Giostra, incrocio in cui è possibile incappare in uno dei 28 incidenti registrati in sette anni, numero che ne fa l’incrocio più pericoloso della città, tallonato abbastanza da vicino tra le vie Bonsignore, Catania, Consolare Valeria e Delle Corse, in cui dal 2011 al 2017 ci sono stati 23 incidenti. Piuttosto pericoloso anche l’incrocio tra via Garibaldi e viale Boccetta, in cui nel periodo in questione si sono scontrati 21 mezzi. Corso Cavour, via più pericolosa per numero di incidenti per km, è invece quinta nella classifica degli incroci: in questo caso, all’intersezione con piazza Duomo nel giro di sette anni si sono registrati 18 incidenti: esattamente gli stessi che si sono verificati tra via Enrico fermi e Corbino Orso.

 

Nonostante tutto, gli incidenti stradali sono in diminuzione: un leggero incremento nel 2017 non inficia un trend discendente che dura dal 2000. 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments