MESSINA. Cateno De Luca non ha ancora presentato la sua lettera di dimissioni all’Ars. La conferma arriva da Gianfranco Micciché nel corso della seduta d’aula di ieri a Palazzo dei Normanni. Sollecitato dalla deputata del M5S Valentina Zafarana, che è intervenuta chiedendo lumi sulle dimissioni del sindaco di Messina, il presidente del Parlamento regionale ha affermato di non aver ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, malgrado lo stesso primo cittadino avesse annunciato la scorsa domenica di voler rinunciare al suo incarico da deputato, mettendo la parola fine all’incompatibilità fra i due ruoli istituzionali.

«Durante il suo ultimo comizio – commenta l’esponente del M5S – De Luca ha preso nuovamente in giro i suoi elettori, leggendo in pubblico il testo di una missiva che ancora non è stata depositata e poi delegando in maniera inspiegabile il suo successore Danilo Lo Giudice, incaricato di consegnare brevi manu un documento ufficiale, senza specificare in ogni caso la tempistica».

«Dal testo letto in piazza – prosegue Zafarana – si evince che De Luca ha approfittato della sua duplice poltrona per “esercitare un’azione di persuasione nei confronti del Consiglio comunale”. Una frase molto grave, resa ancora più esplicita dall’ammissione dello stesso Sindaco di voler procrastinare la sua scelta al 23 novembre, dopo l’eventuale approvazione del Piano di riequilibrio. Per quanto tempo ancora De Luca crede di poter utilizzare il suo ruolo a proprio uso e consumo?».

Di seguito il video postato su Facebook dall’esponente pentastellata.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments