MESSINA. Il mare di Messina? In ottima salute. La qualità delle acque? Eccellente in ventisette casi su ventinove presi in considerazione. Lo certifica il monitoraggio della qualità delle acque di balneazione in Italia nell’anno 2016 a cura dell’European Environment Agency (EEA, Agenzia Europea per l’Ambiente), che come ogni anno, rilascia la mappa “State of bathing waters”, che analizza, anche con serie storiche dal 2006 al 2016, lo stato degli specchi di mare di tutta Europa.

A Messina c’è mancato poco per fare l’en plein: su ventinove tratti di mare presi in considerazione, tra Giampilieri ed Ortoliuzzo, per ben ventisette volte le acque sono risultate di “eccellente qualità”, e solo in due casi di scarsa qualità. Dove è stato apposto il bollino rosso? Cinquanta metri a sud dell’ex ospedale Margherita e cinquanta metri a nord del torrente Annunziata. Nel primo caso, a fare ottenere scarsi risultati è la vicinanza con gli imbarcaderi privati della rada san Francesco, nel secondo il torrente Annunziata, fortemente inquinato. In entrambi i casi, nei tratti di costa “incriminati” vige un’ordinanza di divieto di balneazione.

 

Nel resto del litorale, invece, i risultati sono eccellenti: la spiaggia “per eccellenza”, quella da Ganzirri a Mortelle è stata “esaminata” in sette luoghi diversi, tutti promossi a pieni voti: due a Ganzirri (“fata Morgana” e sbocco del canale del lago Grande), tre a Faro (Pilone, Forte degli inglesi e via Due Mari), due anche a Mortelle (lidi della Finanza e Sabbie d’oro).

 

Proseguendo sulla statale 113, i tratti di mare presi in considerazione sono stati Casabianca, Tono, Acqualadroni, Spartà (cento metri ad ovest della foce del torrente Casagrande), Santo Saba (capo Rasocolmo, Chiesa e foce del torrente Puccino), Rodia, Marmora e Ortoliuzzo: tutti bollini blu anche qui.

 

Lungo la litoranea, ad essere mappate sono state le acqua che bagnano le spiagge di Sant’Agata, all’altezza di villa Magaudda, contrada Fortino a Pace e Contemplazione: sono le ultime prima del centro cittadino, non preso in considerazione, e tutt’e tre presentano acque in condizioni eccellenti con bollino blu

 

Il litorale sud viene preso in considerazione a partire da Tremestieri, subito dopo l’approdo sud. Da lì l’esame ha interessato Vallone Canneto di Mili Marina, Mili Moleti, santa Margherita (300 metri a sud del torrente Santo Stefano), ponte Schiavo e due tratti tra Briga e Giampilieri. Anche qui, bollino blu ed “excellent alla voce “qualità.

Ad elaborare una mappa interattiva della Sicilia (qui il dettaglio di Messina) ci ha pensato Giovan Battista Vitrano, civic hacker della comunità OpenDataSicilia

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Gianni Di Giacomo
Gianni Di Giacomo
25 Luglio 2017 17:25

Bella notizia, ma è comunque risaputo che il mare siciliano è tra i più belli che ci siano!