MESSINA. Mille e quattrocento abitanti in meno rispetto al 2015 e ben 5305 in meno negli ultimi cinque anni. Messina perde pezzi. E residenti. Al 31 dicembre 2016, la popolazione calcolata Istat risulta essere pari a 236.962 abitanti, di cui 113.542 maschi e 123.420. “In costante decremento“, spiega il report demografico del Comune.

Meno 1.477 abitanti (0,6%) rispetto al 2015 e  meno 5.305 unità (-2,2%) negli ultimi 5 anni. Il trend è decrescente, spiegano dal Comune, ma “lievemente più contenuto rispetto all’anno precedente“: si perdono abitanti, insomma, ma più lentamente rispetto al 2015. Perché in riva allo Stretto ci vivono sempre meno persone?

Il trend è attribuibile a vari fattori, ma non tutti immediatamente chiari come potrebbe sembrare: il saldo migratorio, per esempio: 710 unità in meno vogliono dire che, nonostante da più parti si gridi all’invasione, sempre meno “forestieri” scelgono Messina. Nel 2016, per esempio, se ne sono persi 710. Cresce il tasso di emigrazione (13,80), ma anche quello di immigrazione (10,8), ma il secondo non compensa il primo: vanno via più persone di quante non ne arrivino. Si emigra poco verso l’estero (3%), ma molto verso la provincia.

Ma anche chi rimane fa meno figli: i nati nel corso del 2016 sono stati 1.738 (-2,5% rispetto all’anno precedente). Ovviamente, in proporzione alla diminuzione della popolazione si abbassano anche le morti:  2.505 decessi nel 2016 (-8,9% rispetto al 2015, in valore assoluto -245 morti). Lo scorso anno sono decedute in media ogni mese 208 persone.

I principali indicatori di struttura demografica confermano l’invecchiamento della popolazione della città di Messina. Nel 2016 ci sono 171 anziani ogni 100 giovani, la popolazione con età maggiore di 65 anni rappresenta il 22,22% del totale. Però l’aria è buona, visto che cresce il numero di ultracentenari, ben 126. I residenti stranieri sono 11.847, in leggera crescita rispetto all’anno precedente (+17 unità), pari al 5% della popolazione totale.

Le comunità più presenti sono quella Srilankese (3.996) e Filippina (2.443), la prima in crescita e la seconda in diminuzione rispetto all’anno precedente. Nel 2016 sono stati celebrati 853 matrimoni, dato costante rispetto al 2015. Il 67% degli sposi ha scelto il rito religioso in leggera diminuzione rispetto all’anno precedente (68%). 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments