MESSINA. Come prevedibile, visto quello che è successo l’anno scorso, l’isola pedonale di Faro è nata anche stavolta sotto una cattiva stella: bocciata in commissione consiliare alla Viabilità. Il parere della commissione non è vincolante, e dovrà essere il consiglio comunale, previsto in settimana, a decidere se realizzare o meno un’ampia pedonalizzazione di Faro per tre mesi e mezzo, ventiquattr’ore al giorno (ben diversa, quindi, da quella serale e nei finesettimana prevista lo scorso anno da metà agosto a inizio settembre).

Tra il primo giugno ed il 15 settembre, Torre Faro dovrebbe essere pedonalizzata, in modo continuo (24 ore al giorno), festivi e feriali, nei tratti di via Palazzo tra le vie Pietro Ribaud e via Cariddi, nella via Cariddi (ex via Nuova) tra le via Mangraviti e Palazzo, il tratto di via Torre compreso tra le vie Rando e Pozzo Giudeo, e la via Fortino tra le vie Lanterna e Biasini. La pedonalizzazione sarebbe accompagnata dal servizio di bus navetta con partenza e arrivo al parcheggio delle torri Morandi, che percorrerà via Pozzo Giudeo, via Lanterna, via Fortino e via Senatore Arena con biglietto integrato di parcheggio e bus da 2 euro e 50 al giorno.

Su questa ipotesi, la commissione consiliare si è spaccata. Hanno votato favorevolmente Serena Giannetto, Ciccio Cipolla, Nello Pergolizzi, Giuseppe Schepis (il blocco del gruppo misto che di fatto fa riferimento all’amministrazione) e anche Libero Gioveni, presidente di commissione che di norma si astiene per “terzietà”. Contrari Giovanni Scavello, Paolo Mangano e Giuseppe Fusco, astenuti Alessandro Russo, e Cristina Cannistrà.

Perchè la bocciatura? A parte il parere contrario del VI quartiere, in audizione col presidente Maurizio Mangraviti e il vice Giovanni Russo, e le associazioni di categoria hanno come di consueto rappresentato le perplessità dei negozianti, il nodo sembra essere quello del pass per i residenti, al momento non previsto. Alla commissione era stato invitato a partecipare il vicecomandante della Polizia municipale Marco Crisafulli, assente, che avrebbe dovuto illustrare i provvedimenti viari e i controlli da parte dei vigili.

La delibera sarà adesso sottoposta al voto d’aula alla prima data utile, probabilmente mercoledi. Si annuncia, come sempre, battaglia e molti emendamenti.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments