MESSINA. Quattro ristoranti stellati in provincia di Messina: lo stabilisce l’edizione 2018 della Guida Michelin, la bibbia della ristorazione di qualità. Due stelle se le aggiudica il Principe Cerami di Taormina, una ciascuno va a La Capinera, anch’esso di Taormina, poi al Signum di Salina ed al Cappero di Vulcano. I quattro ristoranti confermano le posizioni conquistate lo scorso anno, e non c’è nessuna new entry.

In Sicilia, in tutto i ristoranti stellati sono quattordici: Messina, insieme a Ragusa, si aggiudica il primato, portandone quattro in classifica: la provincia iblea, però, ne presenta due a due stelle.

Nel dettaglio, prendono due stelle La Madia di Licata (Ag), il Principe di Cerami a Taormina (Me), il Duomo e la Locanda di Don Serafino a Ragusa. Una ”stella”, invece, per i rimanenti dieci locali: il Coria di Caltagirone (Ct), Shalai a Linguaglossa (Ct), Signum a Salina (Me), il Cappero a Vulcano (Me), la Capinera a Taormina (Me), i Pupi a Bagheria (Pa), il Bye Bye Blues a Palermo, il Bavaglino a Terrasini (Pa), Accursio a Modica (Rg) e la Fenice a Ragusa.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments