MESSINA. Raccogliere testimonianze inedite sul terremoto del 1908, attraverso immagini, documenti, oggetti e storie, quelle custodite dai figli e dai nipoti di chi visse sulla propria pelle il drammatico sisma che alle ore 5:20 del 28 dicembre di 114 anni fa cambiò per sempre il volto della città dello Stretto. A portare avanti l’iniziativa è il comitato “Messina 908”, che ha predisposto un modulo da compilare per chi vorrà raccontare la storie dei propri avi o della propria famiglia. “Stiamo raccogliendo le tracce della memoria che si coltiva ancora fra le famiglie messinesi, temo ancora per pochi anni. In questi anni – spiega il presidente Dino Calderone – ci sono stati tanti studi scientifici sul sisma, anche dal punto di vista storico e urbanistico. Il nostro obiettivo, invece, è quello di soffermarci su ricordi ed emozioni, sulle ‘piccole storie’ individuali che sono la sostanza dell’identità cittadina”.

Al termine dell’iniziativa, il materiale raccolto verrà presentato alla cittadinanza nel corso di un evento pubblico.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments