MESSINA. Continuerà fino al 13 febbraio la consultazione pubblica sul piano locale di open government lanciata dal Comune di Messina il 20 dicembre e che, alla scadenza naturale del 20 gennaio, è stata prorogata prima fino alla fine del mese e poi, date le richieste, fino al metà febbraio.

Cos’è il piano locale di open government? E’ un progetto prevede la realizzazione di una serie di azioni che favoriscano la trasparenza dell’attività istituzionale e la partecipazione dei cittadini, finanziato nell’ambito dell’Asse I – Agenda Digitale del PON Metro, con circa 1 milione di euro, che sostiene, anche attraverso l’innovazione tecnologica, processi decisionali più trasparenti, partecipativi e collaborativi al fine di accrescerne l’efficacia e di prevenire la corruzione. Frutto di un tavolo tecnico-partecipato promosso dall’amministrazione, e proposto dall’associazione Parliament Watch Italia, il piano contiene azioni fanno riferimento al III piano nazionale di Open Government.

Le azioni sono dodici, e spaziano dal progetto “Chiedi a chi eleggi” , un dialogo informato, grazie ai dati esposti dal portale e tramite un sistema di domanda e risposta, tra elettori ed eletti, a Open Agenda e registro dei rappresentanti d’interesse, in cui ogni rappresentante pubblicherà l’elenco dei propri appuntamenti, compreso di nome degli interlocutori e tema dell’incontro, che permetterà anche la creazione di un registro dei portatori di interesse, al portale “Messina.it”, un’unica piattaforma che integri i servizi digitali erogati dall’amministrazione, in cui il cittadino potrà conoscere lo stato di avanzamento della propria pratica, ricevere avvisi sulle prossime scadenze, effettuare e ricevere pagamenti elettronici ed esprimere valutazioni sui servizi, che poi saranno la base di valutazione di dipartimenti e dirigenti.

La consultazione pubblica permetterà ai cittadini di esprimere pareri e proporre modifiche, suggerimenti e integrazioni sul piano, inviando una mail all’indirizzo opengov@comune.messina.it o intervenendo direttamente sulla pagina del piano contenuta nel sito istituzionale del comune di Messina. Al termine della consultazione, l’amministrazione produrrà un report per comunicare quali suggerimenti sono stati accolti, quali no e perché. Per la produzione del report, l’amministrazione comunale costituirà un gruppo di valutazione a cui potranno partecipare cittadini e associazioni che ne faranno richiesta. Al termine del processo partecipativo, partiranno i bandi per la realizzazione delle azioni.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments