MESSINA. Le scuole di Messina, tutte, sono chiuse da oggi per 41 alunni risultati positivi su oltre 18mila: lo 0,22% delle ragazze e dei ragazzi che frequentano gli istituti di materna, elementari e medie della città, dopo un’ordinanza del sindaco Cateno De Luca di ieri.

“Dall’analisi di tali dati e considerando il valore medio degli alunni contagiati per classe con casi positivi, emerge che non si sono sviluppati focolai (o cluster) o che comunque se presenti sono in numero molto limitato“, spiega il ministero dell’Istruzione aggiungendo che “I dati esposti e l’universo di riferimento confermano il basso numero di contagi e l’efficacia delle misure organizzative delle scuole e delle indicazioni del Ministero dell’Istruzione”.

Nonostante questo, ieri De Luca, con un’ordinanza, ha di nuovo chiuso le scuole per una settimana, a scopo precauzionale, dopo averle chiuse per dieci giorni dal 30 ottobre all’11 novembre.

Perché ? Nonostante il report del ministero dell’Istruzione, con dati aggiornati al 19 novembre, che monitora i risultati di 22 scuole, il 96% di quelle messinesi, De Luca, ha spiegato di non riuscire ad avere dall’Asp i dati necessari al tracciamento dei contagi. Da qui la decisione di chiudere tutti gli istituti.

“La Direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha effettuato un monitoraggio sui casi di contagi da Covid-19 a scuola. I dati si riferiscono ai soggetti attualmente positivi. Per la Città di Messina sono stati forniti dai dirigenti scolastici, che si ringraziano per la collaborazione, i dati esposti nelle tabelle del presente comunicato”, si legge nel report.

 

Più alto invece, in percentuale, il numero dei docenti contagiati (24), mentre è molto basso quello del personale in servizio presso le scuole (5).

 

 

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] nel personale Ata. «Dall’analisi dei dati (relativi al 96% delle scuole messinesi) – si legge nel documento – emerge che non si sono sviluppati focolai e che comunque, se presenti, sono in numero molto […]