MESSINA. Ancora scuole chiuse a Messina. E’ quanto ha deciso dal sindaco Cateno De Luca, che questa sera, durante la sua consueta diretta Facebook, ha annunciato la proroga del provvedimento emanato venerdì scorso con l’obiettivo di limitare la diffusione dei contagi da coronavirus: la settimana scorsa, quando è stata presa la prima decisione, l’indice dei contagi, secondo l’ufficio scolastico regionale, era di 0,22 alunni positivi su cento (41 su 18mila), la metà esatta della percentuale siciliana (0,44, dati aggiornati al 25 novembre e in calo rispetto a una settimana fa).

La decisione del primo cittadino si discosta da quella presa dal Governo nazionale, che poco più di un’ora fa ha annunciato il passaggio della Sicilia da “zona arancione” a “zona gialla”. De Luca ha sancito che tutti gli studenti messinesi da lunedì 30 novembre fino a sabato 5 dicembre dovranno seguire le lezioni da casa con la didattica a distanza. Il decreto nazionale, invece, prevede per la zona gialla la didattica in presenza per le scuole materne, primarie e secondarie, e quella a distanza per gli istituti superiori (eccetto che per l’uso dei laboratori).

Questo non aveva risparmiato polemiche, in particolare da parte di alcuni genitori e dell’avvocato Santi Delia, che aveva presentato un ricorso al tar (per il quale il tribunale amministrativo ha respinto la richiesta di sospensiva).

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments