MESSINA. Un episodio che ha del misterioso: durante la notte più di un quintale di bronzo è scomparso nel nulla, quello della campana della chiesa della Calispera a Contesse. Il furto sarebbe avvenuto durante la notte, senza che nessuno si sia accorto di nulla. E infatti stamattina è toccato al parroco, Santino Cannistrà, notare il portone in legno scardinato e, salendo lungo la scala interna del campanile, arrendersi all’evidenza che una delle campane non c’era più.

“Siamo costernati per quanto è accaduto”, spiega il presidente del secondo quartiere Antonino Zullo, “non riusciamo a spiegarcelo”. Ed effettivamente, il furto sembra inspiegabile. Per sollevare una campana dall’alloggiamento nel campanile servirebbe una gru, che non passa esattamente inosservata, durante la notte. Di gru, però, non ne sono state usate, anche perché il cancello esterno, in ferro, non è stato toccato. E allora come è stata staccata dal suo alloggiamento e fatta uscire dalla chiesetta la campana da oltre cento kg, che sembra sia stata trascinata a mano lungo le ripide e strette scale a chiocciola del campanile?

Secondo le informazioni, sull’accaduto è stata sporta denuncia. Interpellati, però, i carabinieri di Gazzi e il commissariato di polizia Messina sud, competenti per territorio, sono caduti dalle nuvole, spiegando di non aver raccolto alcuna denuncia. Che quindi è stata presentata probabilmente in altro commissariato o caserma.

A segnalare per primo il furto è stato il consigliere di quartiere Alessio Bartolone, in un post sul suo profilo Facebook, rimosso però poco dopo.

Travolta da una alluvione nel Cinquecento, sopra i resti della vecchia chiesa della Calispera venne costruito un nuovo edificio, danneggiato dai terremoti del 1783 e 1908, e dichiarato inagibile dal Genio Civile. Successivamente i resti del santuario vennero inglobati in una nuova, discutibile struttura che non comprese una vasta area della vecchia chiesa, come quella dell’abside che oggi versa in una situazione di degrado. recentemente, gli abitanti del quartiere stanno tentando di riportare la chiesetta all’antico splendore.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments