MESSINA. Cateno De Luca non si dimette più, ed è la settima volta. Non entro il 7 febbraio, data in cui le sue dimissioni sarebbero state effettive: motivo, la convocazione da parte della Corte dei Conti proprio per l’8 febbraio per i chiarimenti sui quesiti sollevati dai magistrati contabili sul piano di risanamento finanziario del comune di Messina. Per questo De Luca ha presentato la revoca delle dimissioni, e ha annunciato che domattina le ripresenterà, perchè siano effettive il 14 febbraio.

“E’ ovvio che di fronte a questa convocazione, con grande senso di responsabilità, io devo essere presente”, ha spiegato De Luca, che le sue “irrevocabili” dimissioni le aveva rassegnate (per la sesta volta) il 17 gennaio, qualche giorno dopo un precedente annuncio perchè intendeva partecipare ad una udienza dal Papa (che non c’è stata). “Io non mi sento di non essere presente al contraddittorio della Corte dei conti, sono sereno del lavoro che ho fatto, ma è anche giusto che come ci ho messo la faccia per fare approvare il piano, io ci metta la faccia fino in fondo”.

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Andrea
Andrea
25 Gennaio 2022 7:29

La prossima volta quale sarà la motivazione?
E se scoppiasse un peperone giallo (cosiddetto pepe a canario)? Revocherebbe ancora per proteggerci dai lapilli..
Ennesima dimostrazione di tutto quanto ci sia da dimostrare.
Confermando infine che noi messinesi abbiamo davvero l’anello al naso.