Author: Daniele De Joannon

MESSINA. Una grande festa per celebrare il primo anno di produzione e per presentare la “Doc 15 Cruda”, che ha terminato il periodo di fermentazione e verrà lanciata sul mercato: sono queste le iniziative previste dal “Birrificio Messina” per il prossimo 29 settembre, dalle 19 in poi, nella stabilimento di Larderia. “Sarà il nostro modo per festeggiare una ricorrenza importante”, spiega il presidente della cooperativa … Continua a leggere Birrificio Messina, compleanno con la “Doc 15 Cruda” »

MESSINA. Fasci littori sugli edifici e nei saloni di rappresentanza, scritte contro “talune dottrine d’oltralpe”, incitamenti alla vittoria e profili littori: a Messina, il dibattito che ha accompagnato (e sta seguendo) l’approvazione della Legge Fiano, che amplia e precisa i casi in cui si commette il reato di apologia del fascismo, è stato ampiamente superato da decenni. I FASCI ACCADEMICI. Una decina di anni fa, … Continua a leggere Messina, il “ventennio” e la Legge Fiano »

MESSINA. La questione dell’ex Hotel Riviera di Messina va chiusa una volta per tutte. È quanto chiede il sindaco metropolitano, Renato Accorinti, con un atto di indirizzo (non è il primo) che invita il dirigente della IV Direzione della ex provincia, Armando Cappadonia (ad interim ai Servizi tecnici Generali), ad agire “per quanto di sua competenza… per poter procedere in tempi brevi, alla stipulazione dell’atto … Continua a leggere Messina, Accorinti accelera sull’ex Hotel Riviera »

MESSINA. Da duecentoventi anni circa, ciò che resta di Largo Avignone continua a resistere nonostante tutto: un pezzo di città nella città, una testimonianza dell’architettura civile messinese posteriore al sisma del 1783 che ha saputo resistere al terremoto del 1908 e alle bombe della Seconda Guerra mondiale, ma non all’uomo. Ancora oggi, ciò che rimane della stecca di case che correva parallela a via Cesare Battisti … Continua a leggere Largo Avignone a Messina: “Barcollo, ma non mollo!” »

MESSINA. Le prossime aste che vedranno protagonista Messina, direttamente o indirettamente, saranno a metà settembre, quando la Dix Noonan Webb batterà un Augustale di Federico II (1220-1250) risalente a dopo il 1231 e un Follaro di Guglielmo II (1166-1189), entrambi coniati in città. I prezzi? Per il primo, da 4.000 a 5.000 sterline; per il secondo, 100-150. Non si contano le volte in cui sono … Continua a leggere Messina, se la memoria va all’asta »

MESSINA. Oggi,sembra un miracolo che ci siano la pietra lavica e quella di Modica per poter pavimentare (e in alcuni casi brutalizzare) le superfici cittadine. Un secolo fa, però, la scelta dei materiali non era legata al gusto personale o alla moda del momento, ma offriva un’ampia gamma di fogge e di materiali: basole, bolognini disposti in filari, asfalto monolitico compresso e a mattonelle, MacAdam … Continua a leggere Messina, se strade e marciapiedi raccontano il declino »

LA MANO SINISTRA non sa cosa faccia la destra: l’assessorato al Turismo del Comune di Messina si fa promotore di un video da “offrire” ai croceristi prossimi allo sbarco e quello alla Cultura, almeno una parte del suo assetto collettivo, ovvero Mariateresa Zagone, commenta: “Un Comune grosso con fior fiore di Storici dell’Arte non dovrebbe prendete un testo da Wikipedia… ma forse c’era qualche interesse perché il … Continua a leggere Se proprio Principato non vi piace, rivolgetevi a Mariateresa Zagone »

  MESSINA. Torre Faro ha il suo “Capitan Peloro“ in carne ed ossa. Si tratta di Giuseppe Sanò, consigliere della VI Circoscrizione e socio della Pro Loco Capo Peloro, la cui battaglia ha dato lo spunto di partenza per il supereroe che difende il mare concepito da Barbara Buceti e affidato alle matite di Lelio Bonaccorso. “Da tre anni, porto avanti una crociata contro le … Continua a leggere Messina, la battaglia di Giuseppe Sanò: il “Capitan Peloro” in carne ed ossa »

MESSINA. La sua prima apparizione fu nel 2015, per poi campeggiare nella locandina della seconda edizione, nel 2016. Quest’anno, invece, Capitan Peloro debutta con un suo albo, “My name is Peloro” (tiratura mille copie),  al Capo Peloro Fest 2017, che aprirà i battenti i battenti domani e si chiuderà il 18 agosto. Il fumetto, infatti, sarà venduto anche online in cambio di una libera offerta ed … Continua a leggere Messina, alla scoperta di Capitan Peloro »

MESSINA. Approdo dei migranti in fuga, oggi, mercato di servitori domestici tra Seicento e Settecento per la Sicilia e la Calabria. A Messina, nei secoli XVII e XVIII secolo, complice il suo essere snodo marittimo, imperversava la moda degli “schiavi di colore”, come si desume dai documenti rintracciati da Giovanni Molonia nellʼarchivio di San Nicolò allʼArcivescovado, il cui registro dei battesimi è stato esposto al … Continua a leggere Messina, quando in città si faceva shopping di schiavi »