MESSINA. “Il personale ha lavorato in presenza, senza dotazione di mascherine, senza igienizzante, senza che venissero fatte le necessarie sanificazioni, in quanto all’inizio dell’esperienza tutto ciò mancante, nonostante più volte richiesti ai servizi competenti”. Ad affermarlo è il dirigente ai Servizi sociali Salvatore De Francesco, che nella relazione sui ritardi nell’erogazione dei rimborsi sulle utenze, l’ultima parte la riserva alle condizioni di lavoro dei dipendenti del suo dipartimento.

Un duro attacco che ha fatto saltare la mosca al naso ai consiglieri comunali Cristina Cannistrà (M5s) e Alessandro Russo (Pd), che hanno inoltrato all’amministrazione una “segnalazione per presunte violazioni sulla normativa sulla sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro”, con specifico riferimento alle norme emergenziali anti covid-19.

“Si chiede di valutare l’opportunità di trasmettere all’autorità giudiziaria la predetta segnalazione, nell’ipotesi in cui si valutassero presunte violazioni della normativa”, hanno scritto i due consiglieri al sindaco Cateno De Luca.

guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] due giorni prima, del dirigente ai Servizi sociali Salvatore De Francesco, in una nota di risposta all’interrogazione dei consiglieri comunali Cristina Cannistrà (M5s) e Alessandro Russo (Pd), che dopo la prima […]