Cateno De Luca: «Demoliremo l’ex Sea Flight per fare un parcheggio a raso». Ma l’area è regionale…

Il sindaco si scaglia contro l'ecomostro di Capo Peloro (parlando anche di presunte siringhe), di competenza regionale e al centro da anni di un lungo contenzioso. Nel mirino del primo cittadino anche la Polizia Municipale: «Non accetto che i nostri sacrifici vengano messi in discussione da quattro stronzi»

 

MESSINA. «Farò un’ordinanza per chiedere l’immediata demolizione di questo scempio». Finisce nel mirino del sindaco Cateno De Luca l’ex Sea Flight di Capo Peloro, ecomostro di competenza regionale, e sul quale il Comune non ha alcuna giurisdizione (al massimo può chiederne la concessione), che da anni deturpa il paesaggio di Torre Faro.

«È  una schifezza di struttura. È così da anni però nessuno è intervenuto», sbotta il primo cittadino in un video postato sui social,  in cui fa riferimento anche a qualche presunta siringa ritrovata all’interno del casolare.  «Qua ci vuole un colpo di ruspa», prosegue, annunciando di voler far luce su una lunga vicenda giudiziaria che va avanti da anni e parlando della possibilità di realizzare al suo posto un parcheggio a raso. «In ogni caso questo rifiuto a cielo aperto va eliminato», ribadisce De Luca, che qualche ora prima si era scagliato contro il personale della Polizia municipale (e prima ancora contro un autista dell’Atm), in merito al caos viario nel bordo marinaro; una questione ancora non risolta malgrado i blitz del sindaco e l’annuncio di un’isola pedonale sperimentale sparita nel nulla senza alcuna comunicazione ufficiale a riguardo.

«Questa sera (domenica, ndr) – spiega – grazie alla presenza ed al coordinamento dell’assessore Dafne Musolino non c’è stato nemmeno un minuto di intasamento. Devo prendere atto che c’è qualche problema all’interno della Polizia municipale, della quale mi sono rotto già le scatole. Questa sera abbiamo avuto la prova provata che con la buona volontà le cose si fanno e si fanno bene». Poi l’affondo: «Chi si metterà in malattia all’improvviso o chi presenterà 104 all’improvviso verrà segnalato e perseguito. Se qualcuno pensa di fare ostruzionismo disporremo comunque il rientro di chi è stato mandato in ferie in modo selvaggio. Non accetto che i nostri sacrifici vengano messi in discussione da quattro stronzi. Qualcuno fa ostruzionismo o non sa far il proprio mestiere», sbotta, accusando alcuni agenti della municipale di “rubarsi lo stipendio”.

 

Lascia un commento

avatar
400