MESSINA. Burger King Messina e Burger King Reggio Calabria aderiscono alla campagna nazionale per offrire la vaccinazione ai dipendenti delle piccole e medie imprese della ristorazione locale. La catena di fast food, in concerto con le autorità politiche e sanitarie, ha deciso di offrire i propri spazi e le proprie risorse (per l’organizzazione degli hub presso i propri locali e per pagare il personale medico) non solo per la vaccinazione dei propri dipendenti (4.000 in Italia), ma anche per altrettanti 4.000 dipendenti della piccola ristorazione italiana: realtà, con meno di 4 lavoratori, che potranno vaccinare gratuitamente i propri dipendenti nei locali (e a carico) di Burger King.

Come confermato dal Generale Paolo Figliuolo, una volta messe in sicurezza tutte le categorie fragili, ed in vista dell’arrivo di 25 milioni di dosi, entro fine maggio si apre una nuova fase del piano vaccinale, in cui tutti potranno esser vaccinati.

“Le piccole attività ristorative non avranno la possibilità di aderire perché la logistica ed i requisiti (presidio medico e spazi congrui, per citarne alcuni) non ne renderanno possibile l’adesione, a differenza delle grandi realtà“, si legge in una nota di Burger King Messina.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments