MESSINA. Il botta e risposta sull’istituzione di una spiaggia per nudisti a capo Rasocolmo di san Saba andrà a finire a carte bollate. Lo ha dichiarato Rosario Duca, presidente di Arcigay Makwan Messina, che ha annunciato di voler sporgere denuncia nei confronti del comitato Messina Nord, che già questa estate aveva manifestato la propria contrarietà (Qui la storia), ribadita anche ieri in un comunicato. Il motivo lo spiega lo stesso Duca in una nota.

“Stanchi dei reiterati attacchi omolesbobitransfobici contro la comunità LGBT+ da parte di sedicente Comitato Messina Nord a mezzo social e stampa, per ultimo nella giornata di oggi 2 Dicembre c.a. solo perché il Consiglio Comunale ha approvato l ‘avvio del PUDM e quindi prevista una spiaggia naturista. Abbiamo provveduto a mezzo PEC ad inviare formale denuncia agli uffici competenti tra cui la Procura della Repubblica perché pongano fine a questo stillicidio di istigazione all’odio e violenza omobitransfobico da parte dei succitati. La spiaggia naturista non ha orientamento sessuale ne identità di genere e quindi non può e non dev’essere associata a nessun* se non a chiunque che nel pieno diritto di autodeterminarsi, voglia esercitare il naturismo.
Sulla spiaggia naturista si può essere d’accordo o meno e chiunque è libero di esprimersi ma mettere sempre di mezzo le persone LGBT e usare termini che mirano ad istigare odio omobilesbotransfobico non lo permettiamo a nessun* e per questo abbiamo provveduto a tutelarci nelle sedi opportune”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments