MESSINA. Non sarebbe un’elezione se non ci fossero problemi nella rilevazione dei voti, e le regionali del 2022 non si sono smentite. Ieri, martedi 27, è stata campale: a causa di dati incompleti o errati trasmessi da alcuni comuni, l’ufficio elettorale della Regione Siciliana non è stata in grado di procedere alla comunicazione definitiva della ripartizione dei seggi in tutta la Sicilia. In particolare, alle 13 mancavano ancora all’appello 226 sezioni (sulle 5.298 complessive)  ad Agrigento (2, nel capoluogo), Caltanissetta (2 a Villalba), Palermo (6 a Marineo), Trapani (1 a Misiliscemi), e le incredibili 215 a Siracusa (tra Avola, Lentini, Noto e nel capoluogo). Verso sera le cose si sono (un po’) sistemate, diventando “solo” 54:  Agrigento (due, entrambe nel capoluogo), Caltanissetta (due a Villalba), Palermo (sei a Marineo), Siracusa (42 nel capoluogo e una a Lentini); Trapani (una a Misiliscemi).

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments