MESSINA. Esiste solo una città, tra le medio-grandi, in cui in Italia non si sono verificati casi di reati a sfondo razziale o discriminatorio. Ed è Messina. Nessun caso negli ultimi tre anni: un record, nella città che solitamente di record ne fa segnare in negativo.

Ottocentocinquantatré procedimenti dal 2015 al 2017, circa 284 ogni anno. È il numero dei reati d’odio denunciati in Italia nel corso dell’ultimo triennio, ovvero quei casi in cui l’aggressione si verifica in ragione del colore della pelle, della religione o dell’etnia. I dati si riferiscono a un censimento voluto dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, anticipato da un articolo di Repubblica, che in seguito a un blitz squadrista dei militanti del Veneto Fronte Skinhead nella sede dell’associazione pro-migranti Como Senza Frontiere, ha chiesto alle 26 Corti d’Appello regionali (comprese le sezioni distaccate) di inviare al ministero dati e informazioni relativi ai procedimenti aperti.

Un dato che se da un lato mostra una vera e propria escalation di intolleranza, distribuita a macchia di leopardo su tutto lo Stivale e culminata con la folle aggressione di Macerata, dall’altro premia la città dello Stretto, che con zero reati d’odio in tre anni si piazza all’ultimo posto della poco lusinghiera classifica, testimoniando ancora una volta di quanto Messina sia una terra migliore di come la si racconti. 

È al nord che i dati sono preoccupanti, mentre tutto sommato il sud Italia non si dimostra permeabile a fenomeni delittuosi di razzismo e discriminazione. Il distretto giudiziario con più reati dettati dall’odio razziale e dalla xenofobia, secondo il report anticipato da Repubblica, è quello di Roma (circoscrizione Lazio) con 202 processi. Subito dopo si piazza l’Emilia Romagna con 157, quindi Milano (134) e più indietro Firenze (57 casi), Venezia (34) e Torino (31), quindi più giù Palermo (21), Catania e Napoli (14), Salerno (13) e Reggio Calabria (8). C’entrano, molto probabilmente, i fenomeni demografici, che vedono al nord una quantità molto maggiore di stranieri residenti e non.

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments