MESSINA. Il Tribunale del Riesame ha annullato parzialmente l’ordinanza  emessa nei confronti dell’avvocato Andrea Lo Castro (ai domiciliari)nell’ambito dell’operazione Beta. Si affievolisce  quindi Il quadro delle accuse nei  confronti del professionista.  Il Tribunale ha infatti  annullato l’ ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip  Salvatore Mastroeni, limitatamente ai reati di riciclaggio e di intestazione fittizia di beni, confermandola per il delitto di concorso esterno. “La decisione odierna – scrive in una nota l’avvocato Favazzo – resa a seguito di una lunga camera di consiglio, nel corso della quale si sono durante confrontati la difesa dell’indagato e l’ufficio di procura in persona del procuratore aggiunto Sebastiano Ardita,  costituisce un ulteriore passo in avanti verso un definitivo chiarimento della posizione processuale dell’avvocato Lo Castro. L’annullamento dell’ordinanza cautelare, in relazione ai reati fine, impone la rivisitazione e il radicale ridimensionamento del quadro indiziario, anche in relazione alla residuale contestazione di concorso esterno, radicalmente minato dal provvedimento del Tribunale”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments