LIPARI. «La storia della pomice è la storia dell’isola di Lipari, fatta di sudore, lacrime e sacrifici. Quel che più mi rammarica è che questa storia così affascinante e fortemente identitaria non sia conosciuta fino in fondo, nemmeno dai siciliani. Per molti la pomice è una semplice pietra che galleggia in mare proveniente dalle isole eolie, ma in realtà è molto più e rappresenta una ricchezza culturale tutta da valorizzare». A parlare è il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle, Antonio De Luca, che nella giornata di sabato 10 luglio è tornato sull’isola di Lipari per accendere i riflettori sullo stato di abbandono in cui versano le Cave di pomice “e sulla scarsa attenzione che viene dedicata dalla Regione al patrimonio storico culturale delle Eolie”.

«Ormai da diverso tempo – spiega – sono fortemente impegnato a creare gli strumenti utili a valorizzare e convertire questo sito, attualmente trascurato e dimenticato da tutti. Le cave di pomice devono diventare un’opportunità su cui costruire un’occasione di riscatto e rilancio economico- sostenibile per l’intera isola. Il mio obiettivo è l’istituzione del Parco geominerario dell’isola di Lipari e del museo della pomice, e a tal fine sto lavorando ad un disegno di legge da presentare in Aula. Sono infatti convinto che sia quanto mai necessaria la tutela, la valorizzazione, la gestione, lo sviluppo e l’utilizzo sostenibile del patrimonio geologico e  geominerario nell’isola di Lipari costituito da vulcani, rocce laviche, cavità naturali, grotte, di natura sia terrestre che marine  e  cavità artificiali di particolare interesse».

«Il sito delle Cave di Pomice dell’Isola di Lipari- aggiunge il deputato regionale del M5S –  merita la geo-conservazione e la protezione come sito minerario di interesse storico ed il sottoscritto continuerà a battersi sino all’ultimo giorno del mandato da parlamentare per tagliare questo ambizioso traguardo. Al fine di far conoscere al grande pubblico la storia e l’orgoglio di intere famiglie liparote legate a questa pietra, sto inoltre realizzando, insieme ad un bravissimo regista, un documentario con immagini che lasceranno tutti a bocca aperta e con  testimonianze particolarmente toccanti. Le Cave di Pomice sono parte della storia di noi siciliani, e per rilanciare il sito oggi abbandonato non possiamo dimenticare ciò che ha rappresentato per i nostri avi. Come ho detto agli abitanti di Lipari che ho incontrato in questa calda giornata di Luglio – conclude  – continuerò ad impegnarmi con tutto me stesso sia per la messa in sicurezza delle Cave di pomice sia per la tutela e la conservazione del patrimonio storico culturale delle Eolie, di cui la Sicilia può andar fiera in tutto il mondo».

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments