MESSINA. Un parco urbano per salvare una delle aree più antiche di Messina dal totale abbandono in cui versa da anni. A rilanciare l’idea, già proposta anni fa, è l’ex consigliere comunale e presidente dell’associazione “Fare verde” Ciccio Rizzo, che ripercorre la storia del quartiere (noi l’abbiamo raccontata qui), la riqualificazione della vicina Scalinata Santa Barbara (diventata un immondezzaio) e il ventennale progetto della “Stu”, società di trasformazione urbana che del Tirone intendeva farne una zona con maxiparcheggio, centro direzionale regionale da quattordici piani, centro commerciale e artigianale e due palazzi per abitazioni private.

Progetti mai realizzati, mentre la zona è pian piano sprofondata nel degrado più totale, fra emergenza abitativa, immondizia, topi e insetti.

L’idea è quella di realizzare un parco urbano nel verde (magari con dei parcheggi sottostanti), la valorizzazione delle mura spagnole e delle scalinate, con un adeguato impianto di illuminazione, e una parziale pedonalizzazione delle vie, per trasformare un’occasione perduta “in un fiore all’occhiello per la città”, in una posizione strategica fra il centro e il Viale Italia. «Un luogo dove giocare», come accadeva decenni fa, prima del decadimento e degli anni più  bui.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments