MESSINA. E’ durato poco meno di un anno il pianoforte della galleria Vittorio Emanuele, regalato alla fruizione dei cittadini un anno fa dall’assessorato alla Cultura guidato da Federico Alagna poco prima delle amministrative, e vandalizzato (e riparato dalla buona volontà dei privati) per due volte. Il pianoforte sarà tolto e verrà spostato al mercato del Muricello. Motivo? Disturbava la quiete.

La decisione viene dal successore di Alagna, Enzo Trimarchi, che con una delibera di giunta ha accolto un esposto presentato da una signora che abita in uno degli appartamenti che danno sull’interno della galleria, che rappresentava le lamentele dei residenti per il fatto che lo strumento musicale avrebbe disturbato la quiete, soprattutto nelle ore notturne (nonostante la galleria di notte sia chiusa).

L’esposto della donna era stato raccolto a inizio anno dalla Polizia municipale, che aveva registrato “il disturbo della quiete pubblica causato dal suono del pianoforte”, si legge nella delibera, chiedendone la rimozione. Che è avvenuta. Trimarchi ha disposto lo spostamento, scrivendo nella delibera che “tale donazione per il suo valore culturale dovrebbe essere collocata in uno spazio pubblico appartenente all’amministrazione comunale, ove potrebbe essere liberamente fruita dai cittadini”. Ed ha optato per il mercato al coperto del Muricello

guest
3 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Tiziana
Tiziana
9 Aprile 2019 12:46

Buongiorno, mia figlia di 10 anni studia il pianoforte….senza,aihme’, avere la possibilita’ di esercitarsi a casa in quanto non possiamo acquistarne uno…se volessero donarlo ad una bimba talentuosa che vorrebbe entrare in conservatorio siamo qui…grazie! “Chi ha il pane non ha i denti e chi ha denti non ha il pane”. Saluti.

trackback

[…] aprile del 2019 l’allora assessore alla Cultura della Giunta De Luca, Enzo Trimarchi, con una delibera di giunta accolse un esposto presentato da una signora che abita in uno degli appartamenti che danno […]

trackback

[…] aprile del 2019 l’allora assessore alla Cultura della Giunta De Luca, Enzo Trimarchi, con una delibera di giunta accolse un esposto presentato da una signora che abita in uno degli appartamenti che danno […]