MESSINA. Regge anche in appello l’impianto accusatorio del processo sui nuovi assetti della mafia barcellonese. La Corte d’Appello ha disposto 29 condanne, di queste 5 con riduzione di pena, nel processo sulle nuove leve al centro dell’operazione  “Gotha 5 “ e dei filoni successivi “Gotha 5 bis” e “Gotha 5 ter”, scattati tra aprile e novembre 2015 con indagini svolte dai carabinieri del Ros e dalla Squadra mobile, coordinate dalla Dda di Messina.

La Corte d’appello, (presidente Alfredo Sicuro, giudici Maria Teresa Arena e Maria Eugenia Grimaldi) modificando la sentenza di primo grado, ha condannato Antonino Biondo a 7 anni, Giuseppe Cammisa a 7 anni,7 mesi e 20 giorni e 6800 euro, Filippo Munafò 7 anni in continuazione con un’altra sentenza, Giovanni Pino 7 anni e 5mila euro, Orazio Salvo 5 anni e 4mila euro.

Orazio Salvo è stato assolto dall’associazione a delinquere di stampo mafioso per non aver commesso il fatto. Infine ha annullato la condanna al risarcimento del danno di tutte le parti civili ad eccezione del Comune di Furnari e di una parte civile per Santino Benvenga. Conferma per tutti gli altri. Il processo di primo grado, con il rito abbreviato, si era concluso con 29 condanne. La sentenza pronunciata dal gup Eugenio Fiorentino a settembre 2016 che condannava Alessio Alesci 5 anni e 8 mesi, Santino Benvenga 4 anni, Antonino Biondo 8 anni, Angelo Bucolo 6 anni e 10 mesi, Tindaro Calabrese 6 anni, Salvatore Calcò Labruzzo 6 anni e 10 mesi,  Antonino Calderone un anno (in continuazione con altra sentenza), Giuseppe Cammisa 8 anni e 4 mesi, Agostino Campisi 6 mesi (in continuazione), Marco Chiofalo 9 anni, Salvatore Chiofalo 4 anni, Carmelo Crisafulli 4 anni, Bartolo D’Amico 8 anni e 10 mesi, Miloud Essaoul a 2 anni e 6 mesi, Fiore Giovanni, 3 anni e 2 mesi, Antonino Genovese 3 anni e 6 mesi, Filippo Munafò 6 anni e 8 mesi, Giuseppe Ofria 9 anni, Mario Pantè 5 anni e 2 mesi, Giovanni Pino 7 anni e 8 mesi, Giuseppe Reale 6 anni e 8 mesi, Orazio Salvo 7 anni e 4 mesi, Sebastiano Torre 8 anni, Maurizio Trifirò 6 anni e 6 mesi.

Condannati anche i collaboratori di giustizia ai quali è stata concessa l’attenuante per la collaborazione: Salvatore Artino 3 anni e 10 mesi, Salvatore Campisi 4 anni, Santo Gullo 3 anni e 8 mesi, Franco Munafò 3 anni e 10 mesi, Nunziato Siracusa 6 mesi in continuazione con altra sentenza. Nel processo hanno difeso gli avvocati Rita Pandolfino, Carmen Zarcone, Sebastiano Campanella, Tommaso Autru Riolo, Giuseppe Lo Presti, Salvatore Silvestro, Tino Celi.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments