MESSINA. Su oltre 650 mila voti, 3.746 sono stati assegnati alla Cripta del Duomo di Messina, che ha raggiunto il 13esimo posto nella classifica provvisoria dei “luoghi del cuore” di tutta Italia, su 30 mila votati. Il decimo censimento, lanciato circa tre mesi fa e attualmente aggiornato ad oggi, è stato infatti pubblicato sul sito di Fai (Fondo ambiente italiano) dopo che sono stati incrociati i voti cartacei con quelli digitali. Sarà possibile votare fino al 15 dicembre 2020 su questo sito, dopo essersi iscritti (qui, invece, per votare la Cripta).

Ma quella che era una chiesa sotterranea, non è l’unico posto a Messina che è stato votato sul sito del Fai. Il Convento di Santa Maria di Gesù Superiore, (situato sul viale Giostra, dove ci sono gli scavi), ad esempio, si trova 65esimo, con 1.285 voti. Poi, a San Filippo Superiore, è stato candidato il Casale dei Basiliani e dei 40 mulini, che ha raccolto 210 voti e che si colloca al 483esimo posto. Ancora, 260 voti li ha raccolti la Chiesa di Santo Stefano Juniore di Salice, collocandosi al 394esimo posto. Anche altri “luoghi del cuore” sono stati votati in città, come ad esempio Cristo Re, Capo Peloro, Torre Faro, il laghi di Ganzirri, la Chiesa Basiliana di Santa Maria di Mili, ecc.

Ma anche luoghi della provincia sono stati votati, e quindi inseriti nel censimento. I primi 10 sono: la Chiesa e Convento di San Francesco a Tortorici che si colloca al 148esimo posto (644 voti); il Mosaico ellenistico di San Francesco a Milazzo che si trova al 154esimo posto (618 voti); gli Scavi di Tindari che sono 186esimi (546 voti); il Teatro Antico greco-romano di Taormina che si colloca nella 255esima posizione (402 voti); il Museo Farmacia di Roccavaldina che è 321esimo (323 voti); le Megaliti dell’Argimusco a Montalbano Elicona che sono 345esime (299 voti); l’Antico Borgo Castania a Castell’Umberto che è 467esimo (218 voti); il Teatro greco di Tindari che si colloca al 589esimo posto (172 voti); Lipari che è 598esima (170 voti); e le Grotte Paliocristiane di Rometta che si trovano 666esime nella classifica totale (149 voti). Qui per vedere tutti i luoghi votati a Messina e provincia.

“Dopo ogni censimento, Fai e Intesa Sanpaolo mettono a disposizione dei luoghi più virtuosi una serie di contributi economici. Una parte viene destinata ai vincitori, la cifra restante viene assegnata attraverso il Bando per la selezione degli interventi, a cui possono partecipare tutti i luoghi che nel censimento precedente hanno raggiunto almeno 2.000 voti”, si legge sul sito.

“I contributi (che potranno essere erogati solo a enti senza scopo di lucro e ad enti pubblici, non a persone fisiche o enti profit) saranno così suddivisi: 50.000 € al  primo classificato, 40.000 € al secondo e 30.000 € al terzo. Viene altresì previsto un contributo economico di 5.000 € per tutti i luoghi con più di 50.000 voti, indipendentemente dalla posizione in classifica, sulla base di specifici progetti di azione, che dovranno essere presentati al Fai entro otto mesi dall’annuncio dei risultati definitivi per i tre vincitori o nell’ambito del ‘Bando I Luoghi del Cuore’ per la selezione degli interventi che il Fai lancerà nel 2021 (si veda oltre) per eventuali altri aventi diritto; tutti i progetti dovranno essere subordinati all’approvazione della Fondazione”, spiegano i promotori sulla pagina web.

Qui la storia della Cripta del Duomo e una spiegazione dettagliata, in un articolo scritto da LetteraEmme.

 

guest
2 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Presente nell’edizione 2020 delle giornate Fai d’autunno tra i tanti luoghi sparsi per l’Italia, anche il Casale dei Basiliani e dei 40 mulini di San Flippo […]

trackback

[…] indetto dal Fai (Fondo Ambiente Italiano). Già lo scorso luglio era stata pubblicata la classifica provvisoria che vedeva la chiesa sotterranea piazzarsi al 13esimo posto sugli oltre 30mila luoghi inseriti […]