MESSINA. Dopo le recenti rapine e i fatti di cronaca a danno dei commercianti, Confesercenti Messina esprime la propria solidarietà a tutti gli esercenti colpiti da questa crescente ondata di criminalità e chiede “segnali importanti” da parte delle autorità preposte alla sicurezza, a partire dal Questore, “con l’obiettivo di porre in essere tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza dei commercianti e dei cittadini messinesi”.   

«La paura delle rapine ritorna ed ha il volto travisato di quei malviventi che, incuranti di orari e della presenza di clienti all’interno degli esercizi commerciali, non esitano a puntare pistole e a fare razzia di denaro e merci – si legge in una nota stampa –  Tre gli episodi verificatisi negli ultimi giorni, tra cui quello alla stazione di servizio Esso di Contesse, di proprietà di Stello Bossa, presidente provinciale della Faib Confesercenti. Le rapine sono ormai diffuse su tutto il territorio e avvengono con modalità violente».

«Non è tollerabile che i nostri associati e più in generale tutti gli esercenti – commenta il presidente Alberto Palella   debbano rischiare la vita per garantire un pezzo di pane alle loro famiglie e quelle dei loro collaboratori. Senza trascurare i rischi per i clienti che si trovano sul posto al momento delle rapine. La paura tra i commercianti cresce soprattutto per le modalità con cui vengono messi a segno i colpi, spesso a mano armata. Da qui i rischi per l’incolumità degli gli esercenti e i loro dipendenti”. 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments