MESSINA. Dopo l’ufficializzazione delle tre liste collegate a Renato Accorinti, arriva quella del Movimento 5 Stelle per Gaetano Sciacca sindaco.

Si seguito i nomi dei candidati al Consiglio comunale e alla presidenza delle circoscrizioni.

 

Consiglio Comunale

Andrea Argento
Sebastiano Bernava
Cristina Cannistrà
Giacomo Catanzaro
Francesco Cipolla
Sergio Colajanni
Angelo Costa
Danilo De Matteo
Giuseppe Fusco
Gianfranco Giacobbe
Serena Giannetto
Santi Guarnera
Paolo Mangano
Andrea Marchello
Salvatore Maressa
Carlotta Miano
Antonio Previti
Giovanni Quartarone
Giuseppe Schepis
Letterio Sorrenti
Francesco Tropeano
Eleonora Urso
Maria Puglia
Maria Mondello
Giuseppa Martino
Francesco Fasanella Masci
Stefania Cucinotta
Gioele Messina
Giulia De Montis
Lucia Gugliandolo
Concetta Frassica

Gaetano Sciacca

1° quartiere:
Francesco Greco
Andrea Merlino
Maria Morabito
Caterina Micalizzi
Matteo Nicosia
Caterina D’Arrigo
Carmine Storti
Nunzio Peditto
Carmelo Sorrenti
2° quartiere:
Gaetano Cariddi
Salvatore Costantino
Alessia D’Arrigo
Andrea Falcone
Pietro La Bella
Germana Lanzafame
Simona Letteria Sciliberto
Elena Restuccia
Paolo Scivolone
3° quartiere:
Salvatore Aloise
Nicola Catalano
Alessandro Geraci
Elisa Leonardo
Fabio Mazzù
Eugenia Minutoli
Tindara Barbera
Onofrio Crisafulli
4° quartiere:
Domenico Barresi
Giuseppina Briante
Renato Coletta
Domenico Gabriele Ferrante
Santi Iannello
Giovanni Muscarà
Samatha Parisi
Iolanda Borzì
Pasquale D’Amico
5° quartiere:
Debora Cutugno
Francesco Pio Magazzù
Francesca Pandolfino
Gabriele Rossellini
Benedetta Sanfilippo
Orazio Polimeni
Barbara Bisazza
Angelo Pantanetti
Giacinto Santoro
6° quartiere:
Rossana Alessi
Giovanna Arrigo
Luigi Barresi
Emanuela Cosenza
Salvatore De Luca
Santino Tomaso
Roberto Caporlingua
Gregorio Potenzone
Francesca Mancuso
guest

1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Giancarlo
Giancarlo
10 Maggio 2018 12:40

Cinque anni fa in campagna elettorale l’allora candidata sindaca del Movimento 5 Stelle diceva che non erano state presentate le liste dei quartieri perché questi ultimi sarebbero “illegali” (!)
I casi sono due: o ci prendevano in giro allora (magari perché non avevano candidati) o ci prendono in giro adesso (tanti candidati = fame di gettone di presenza?).