MESSINA. Si terrà domani, sabato 17 aprile, il raduno annuale della comunità Open Data Sicilia, una iniziativa civica che si propone di far conoscere e diffondere la cultura dell’open government e le prassi dell’open data nel nostro territorio e aprire una discussione pubblica partecipata, che LetteraEmme sostiene e di cui fa parte.

A causa delle restrizioni dovute alla pandemia da coronavirus, il raduno si terrà online: questo il link per iscriversi, mentre gli interventi potranno essere seguiti anche nella diretta sul canale youtube della comunità. Si inizia alle 9.30.

“l raduno Open Data Sicilia del 2021 ha come obiettivo quello di fare emergere il valore dei dati. Spesso il motore delle idee e dei progetti che hanno a che fare con i dati, che le nostre comunità portano avanti, è la constatazione che qualcosa – in questo contesto – non funzioni bene o per nulla. È certamente un meccanismo utile, che aiuta a cambiare le cose, che spinge a non demordere, ma che con il passare del tempo restituisce la sensazione di un sistema che non evolve. In questo raduno 2021, invece, vogliamo partire dai dati come fonte di conoscenza, curiosità, entusiasmo“, si legge nella presentazione sul sito di Open Data Sicilia.

La comunità Open Data Sicilia è salita alla ribalta poco meno di un anno fa, con una rettifica sui dati comunicati dalla Regione riguardo il coronavirus da marzo a giugno 2020, con tanto di analisi. Successivamente, c’era stata una lettera aperta in cui si chiedeva di rendere disponibili i dati provinciali “alla stregua di quello che fa il Dipartimento della Protezione Civile, ovvero in forma tabellare e adottando lo stesso modello del Dipartimento al fine di evitare confusioni sul significato dei vari campi e rendere i dati confrontabili”. Nella lettera si chiedeva inoltre di non limitare il dettaglio al solo livello provinciale ma di estenderlo e arricchirlo con dati suddivisi a livello comunale e con altre informazioni, quali il sesso, le fasce di età dei contagiati, ecc. La lettera si concludeva con Open Data Sicilia che si dichiarava disponibile a supportare e contribuire all’impresa: una vera e propria proposta di collaborazione, che però la Regione ha declinato. 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments