MESSINA. Ha aggredito i due verificatori, prima verbalmente e poi solo uno fisicamente, perché gli hanno detto di mettersi la mascherina sul tram e di acquistare il titolo di viaggio. Uno dei due è stato portato in ospedale, mentre l’altro sta bene. È quello che è successo sul mezzo Atm ieri sera, una vicenda che ha visto protagonisti i due dipendenti dell’Azienda spa, “aggrediti per aver fatto il loro lavoro”, commentano il segretario provinciale di Ugl Messina, Tonino Sciotto, il segretario reggente, Giovanni Scannella, e il segretario aziendale, Giuseppe Giallanza.

A raccontare la vicenda, il “controllore” che è rimasto illeso. Secondo la ricostruzione del dipendente, rimasto comunque turbato, “l’uomo era salito sul veicolo a Provinciale, in direzione Museo, senza mascherina e senza biglietto. Lì sono iniziate le prime discussioni perché non voleva acquistare il titolo di viaggio, che poi ha comprato senza mai timbrarlo. Per quanto riguarda la mascherina, invece, niente da fare: non l’ha voluta mettere e ha aggredito verbalmente me e il mio collega. È sceso dal tram all’Odeon, sul viale San Martino, e ha sferrato un calcio al collega senza colpirlo. Poi siamo arrivati al capolinea al Museo e durante la sosta di 5 minuti abbiamo visto questo individuo aggredire il mio collega fisicamente. Siamo riusciti a separarli e pensavamo che si fosse calmato, così siamo saliti sul tram, che è partito. Mentre era in movimento, però, lui ha inseguito il mezzo con una spranga di ferro e ha colpito i vetri. Alla fermata all’altezza del Municipio, infine, appena si sono aperte le porte (erano circa le 20:40), questo soggetto si è catapultato contro il controllore, colpendolo con la sbarra di ferro. Subito dopo è stato trasportato al pronto soccorso del Papardo in quanto ha avuto parecchie escoriazioni al volto e dolori al braccio (dove è stato colpito con la spranga)”, conclude il racconto il dipendente Atm, informando che il suo collega ha già sporto denuncia alla Polizia.

“Quello che è accaduto è di una gravità immensa. Noi come sindacato condanniamo questo atto di violenza e di ignoranza esercitato dal passeggero, mostrando la nostra vicinanza ai due lavoratori e a tutti quelli che ogni giorno, a quanto pare, rischiano la pelle facendo il loro lavoro”, dichiarano Sciotto, Scannella e Giallanza.

Ad intervenire sulla vicenda, anche il vicesindaco, Salvatore Mondello, il Presidente Giuseppe Campagna ed il CdA di ATM Spa, che “esprimono la loro solidarietà all’assistente alla clientela insultato, minacciato ed aggredito ieri da un soggetto che pretendeva di viaggiare senza biglietto e senza mascherina. Riteniamo inoltre che sia urgente organizzare una task force con la polizia municipale e le forze dell’ordine per garantire maggiore sicurezza a dipendenti ed utenti dei mezzi pubblici”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments