Studio 55

 

L’ultima nata (siamo già nella coda degli anni 80) nell’era della modulazione di frequenza. Editore era Emanuele Giaimo, oggi responsabile dell’emittente televisiva TCF. Conquistò una popolarità notevole in città perché si specializzò in musica non-stop e soprattutto mixata. E i suoi jingle, decisamente altra roba rispetto quelli che suonavano nelle radio cittadine. Le prime radio nazionali iniziavano a fare capolino, e Studio 55 fu la sola che riusciva a copiarne il ritmo. Pochi perciò gli speaker e molti i djs, ma quasi nessuno di loro ebbe poi una visibilità dalle consolle dei locali messinesi, tranne Bruno Blandina. Ma tra i programmi in voce, non posso non ricordare l’edizione del giornale radio: una sola, replicata durante il giorno e condotto dall’esordiente Fabio Mazzeo, passato poi alla corte della tv catanese Telecolor come commentatore sportivo, quindi direttore di Televip e poi addetto stampa al Ministero della Sanità. Infine, con un sesto posto al volo ma obbligatorio, Radio Libera Messina Centro: se le radio libere devono il loro successo alle dediche, RLMC era la regina indiscussa delle dediche in modulazione di frequenza.

Ed a tutti i protagonisti di quegli anni, questo ricordo è dedicato con affetto.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments