Niente certezze economiche, per questo i vertici del Vittorio hanno deciso di rinviare la Traviata. Una nota arrivata due giorni dopo la notizia dei tagli previsti in Finanziaria regionale sui Teatri siciliani.

Non è bastata dunque la rassicurazione dell’assessore Sandro Pappalardo che aveva chiamato lunedì il presidente, Luciano Fiorino, per assicurare che i tagli  non ci sarebbero stati.

Nella tarda serata di oggi è arrivata la nota del Vittorio che annuncia che l’opera di Verdi sarà rinviata “a data da destinarsi”: “In ragione del percorso di trasparenza e responsabilità amministrativa intrapreso dall’amministrazione dell’Ente “Teatro di Messina”, strettamente connesso alle procedure economico finanziarie della Regione Siciliana, l’opera lirica “La Traviata”, programmata in data 4, 6 e 8 maggio 2018 all’interno del cartellone musicale del Teatro Vittorio Emanuele, viene rinviata a data da definirsi.

Da 7 milioni e 300 mila euro del 2010 a 3 milioni 800 mila dell’ultimo anno, 4 milioni in meno già dal 2016 che fanno boccheggiare il Vittorio Emanuele di Messina: “Soldi che bastano appena per pagare i 59 dipendenti (2.900.000), e le spese vive di luce, manutenzione e gas” così aveva lanciato l’allarme, lo scorso lunedì, il presidente del teatro messinese, Luciano Fiorino. “Un ulteriore taglio lo ridurrebbe a teatro fantasma  – aveva spiegato Fiorino – impossibilitato anche ad accedere ad altri fondi di finanziamento. Se è questa la condizione in cui saremo e allora che si abbia il coraggio di risolverne la chiusura definitiva, con tutte le responsabilità sociali e legali conseguenti

“Le nuove date dello spettacolo saranno comunicate sul sito istituzionale – continua la nota del Vittorio –  e a mezzo stampa”.

E per chi avesse già comprato il biglietto: “Gli spettatori che volessero optare per il rimborso del biglietto potranno effettuare la richiesta dell’importo pagato con le seguenti procedure: Acquisto presso la biglietteria del Teatro Vittorio Emanuele. Se l’acquisto è stato effettuato presso la biglietteria del Teatro Vittorio Emanuele recandosi con il biglietto e un documento di identità, previa compilazione del modulo ri richiesta, è possibile richiedere il rimborso.

Acquisto presso le agenzie abilitate TicketOne: Se l’acquisto è stato effettuato in un Punto Vendita TicketOne è possibile chiedere il rimborso del biglietto presso lo stesso Punto Vendita

consegnando i biglietti in originale.

Acquisto on-line sul sito TicketOne: Prima di procedere con la richiesta di rimborso, si consiglia di verificare sul sito TicketOne i dettagli relativi (solitamente pubblicati nella sezione News nella home page del sito).

Se l’acquisto è stato effettuato on line o tramite call center, il customer service invia una e-mail ai clienti contenente i dettagli. L’e-mail viene inviata all’indirizzo fornito in fase di acquisto e non è a

cura del customer service verificare che tale indirizzo sia valido e che Lei abbia ricevuto tale comunicazione, pertanto resta sempre Sua cura verificare la ricezione di eventuali comunicazioni e nel caso richiedere nuovo invio scrivendo all’indirizzo ecomm.customerservice@ticketone.it Il rimborso in questo caso verrà effettuato secondo le modalità e le tempistiche indicate sempre direttamente sulla carta di credito utilizzata per l’acquisto. I rimborsi potranno essere richiesti da giovedì 26 aprile 2018. Gli uffici dell’Ente rimangono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 al numero telefonico 3511867479″.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments