MESSINA – La Corte d’appello ha condannato ad un anno un messinese di 39 anni accusato di stalking nei confronti dell’ex compagna. L’uomo è stato invece assolto dall’accusa di tentata estorsione nei confronti della stessa donna con la formula “perché il fatto non sussiste”. Un rapporto burrascoso, quello tra la coppia. Una relazione tormentata che è diventata più difficile quando l’uomo, secondo l’accusa, avrebbe cominciato a chiedere dei soldi alla donna che percepiva una pensione di invalidità. In una occasione avrebbe affiancato la vettura condotta dalla donna per farsi consegnare dei soldi, per questo motivo l’accusa gli contestava anche un tentativo di estorsione. Nel 2015, al termine del processo di primo grado, l’uomo era stato condannato a due anni e sei mesi. In appello ha ottenuto uno “sconto” ed è stato condannato ad un anno mentre è stato assolto per il tentativo di estorsione.  Al trentanovenne, che è stato difeso dall’avvocato Giuseppe Abbadessa, è stata concessa la sospensione condizionale della pena.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments