Emilia Barrile e “Un giorno di ordinaria follia” (video)

 

È l’una e mezza di notte, e sono passate otto ore dall’inizio della seduta da cui dipenderà la sorte dell’amministrazione Accorinti, sulla quale pende una mozione di sfiducia. È in corso l’intervento di Donatella Sindoni, con dichiarazione di voto, già bello aggressivo di suo e molto critico verso l’amministrazione. Nel loggione, una cinquantina di stoici sostenitori del sindaco Renato Accorinti inscenano una protesta situazionista, voltando le spalle alla consigliera. Che non la prende affatto bene. A buttare il carico ci pensa Pippo Trischitta, che già durante la serata aveva più volte battibeccato con gli spettatori. Il presidente Emilia Barrile decide di sospendere la seduta. Si scatena il finimondo, vola qualche parola grossa ed Emilia Barrile la prende sul personale, intimando lo sgombero dell’aula e la prosecuzione dei lavori a porte chiuse. Vani i tentativi di riportarla a più miti consigli, che sortiscono invece l’effetto di farla incazzare ancora di più. Da lì in poi sembra tutta una scena di Un giorno di ordinaria follia di Joel Schumacher.  

 

 

 

Pubblicato da Lettera Emme su Mercoledì 15 febbraio 2017

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments