CATANIA. Fermati due libici per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. L’operazione è stata portata a termine il 6 maggio scorso con il coordinamento della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania. Alhadi Abouzid Nouredine, (cl.1996) e  Gafar Hurun, (cl.1992) sono entrambi gravemente indiziati dei delitti di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Alhadi, inoltre, è stato fermato come indiziato, in concorso con altri soggetti allo stato non identificati, del delitto di omicidio volontario aggravato del migrante Kellie Osman. La nave “Phoenix“ dell’Ong “Moas” è infatti arrivata nel Porto di Catania con a bordo 394 migranti di varie nazionalità ed un cadavere di sesso maschile. Sulla scorta sia delle immagini filmate da un velivolo di supporto alla motonave “Phoenix“ e fornite da personale di bordo della stessa unità navale, sia delle dichiarazioni rese da diversi migranti, venivano son stati individuati i due uomini quali componenti di un gruppo di trafficanti libici. Ma non solo. Sempre secondo le dichiarazioni rese da diversi testimoni si è scoperto che Alhadi, durante la traversata, dopo avere affiancato il gommone, avevano ordinato, in lingua araba, ai migranti di togliere i cappellini che indossavano e di rimanere seduti. Pochi istanti dopo, i migranti hanno udito un colpo d’arma da fuoco che ha ucciso un migrante di 21 anni della Sierra Leone di nome Kellie Osman.

Espletate le formalità di rito, i fermati sono stati portati nella casa circondariale di Catania-Piazza Lanza a disposizione delle autorità giudiziarie. Ieri il gip del Tribunale di Catania, accogliendo pienamente la richiesta avanzata dalla Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, ha contestato ai due indagati i reati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nonchè favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, ed al solo Alhadi Abouzid Nouredine anche il concorso in omicidio. Il fermo è stato convalidato e per entrambi è stata applicata la misura della custodia in carcere.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments