MESSINA. La comunicazione della scadenza del Certificato qualità del conducente che si rinnova automaticamente ma che l’autista, dopo i sessanta anni, è obbligato a rinnovare ogni anno previa riunione della Commissione sanitaria che rilascia il certificato, è stata data il 10 gennaio. I lunghi tempi della burocrazia e della sanità, però, non hanno consentito ai cinque autisti sospesi dall’incarico di procedere in tempo utile a rinnovare il certificato.

Non si tratta, quindi, della patente scaduta, come aveva dichiarato il Sindaco attraverso la sua pagina Facebook ma dell’abilitazione al trasporto delle persone che, finché i dipendenti non provvederanno a rinnovare, non consentirà loro di poter svolgere il ruolo di autisti. Nella provvedimento disciplinare indirizzato ai cinque dipendenti, comunque, viene specificato che questi torneranno a esercitare il loro lavoro non appena otterranno l’ok della commissione sanitaria.

«Sarà stata una dimenticanza o non si sono consigliati con nessuno – spiega intanto il sindacalista Paolo Frigione – Le commissioni sanitarie si riuniscono dopo mesi, bisogna prenotarsi per tempo, molti mesi prima».

 

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Clara
Clara
16 Gennaio 2019 18:33

Il bugiardo de luca,il compare campagna che buttano fango su dipendenti atm per giustificare i loro fallimenti. Hanno portato l azienda al 2012 senza autisti ma con un parco macchine pieno lasciando marcire tutti mezzi.VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA