MESSINA. Mentre ancora i due principali schieramenti di centrodestra e centrosinistra non hanno sciolto le riserve sul candidati ufficiali a sindaco (per il centrodestra è questione di poco, con Dino Bramanti ormai quasi certo, mentre per il centrosinistra sono ancora in discussione eventuali primarie), le liste invece fremono, con una gran mole di potenziali candidati già alla ricerca di voti.

Tra i nomi nuovi, letteralmente centinaia, che si sono già messi in moto, ci sono parecchi consiglieri di quartiere: il vicepresidente del quarto Maurizio Guanta, per esempio, che affiancherà gli uscenti del Pd che si ricandideranno (Libero Gioveni, Antonella Russo , Gaetano Gennaro , Giuseppe Siracusano  e Claudio Cardile), con il “jolly”  Alessandro Russo, che sarà “in tandem” con la candidatura di Francesco Palano Quero alle primarie, ipotesi che sembra essere sempre più concreta ogni giorno che passa. Le liste, stando così la situazione, sarebbero cinque: una del Pd, una del sindaco, due di Sicilia Futura e una di Leu (che ieri si è spaccata, con l’appoggio di Sinistra Italiana ad Accorinti). Tutto ancora in alto mare, quindi.

Chi sembra non avere grossi problemi di nomi è invece Cambiamo Messina dal basso, che sotto il simbolo (rinnovato nel look) schiererà Christian Mangano e Daniele Mircuda dell’associazione PuliAmo Messina.

Nel centrodestra scende in campo Daniele Travisano, che rappresenterà Vento dello Stretto al posto di Piero Adamo, che non si ricandiderà: ancora, però, non si sa in quale lista. Il movimento si è accasato con la Lega, ma una lista con il solo simbolo del Carroccio non è ancora certa. Da qualche parte nel centrodestra troverà posto anche il suo collega nel consiglio del IV quartiere, Giovanni Caruso. Nella lista che farà capo al deputato Nino Germanà, potrebbe poi trovare posto l’animatore di associazione studentesca Ivan Cutè.

Tra i nomi circolati in questi giorni, però, spicca quello del giornalista Davide Gambale, che correrà per il centrodestra: il primo, negli ultimi vent’anni, a infrangere la “parete di carta” e provare a passare dall’altro lato dello schieramento candidandosi per una poltrona in aula, probabilmente nella lista di Forza Italia. Direttore editoriale del sito Messina Oggi, Gambale è stato addetto stampa della deputata di Forza Italia Maria Tindara Gullo, cura la comunicazione della Confcommercio di Messina e si occupa dell’ufficio stampa della Uil Messina.

Per trovare un altro giornalista che si è cimentato con la politica bisogna risalire a Francesco Bonardelli, scomparso nel 2011, ex assessore alla Cultura nei primi anni ’90, tra i sindaci Mario Bonsignore e Salvatore Leonardi. Nel 2013, invece, Giuseppe Ramires partecipò senza troppa fortuna alle primarie del Pd in quota Sel. Enrico Di Giacomo, sempre nel 2013, prese 500 voti e oggi è il primo dei non eletti di Cmdb

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments