MESSINA. Dalla “A” alla “Z”: per ogni lettera viene associata una parola gentile. E’ nato così l’alfabeto della gentilezza: ad idearlo è l’insegnate messinese Katia Gussio sulle orme del progetto nazionale “Costruiamo Gentilezza“. “La lingua Italiana è viva e giocando si possono inventare nuove parole, allenando la creatività” da questo presupposto è stato immaginato il gioco dell’Alfabeto della Gentilezza Inventato, una variante del più noto Alfabeto della Gentilezza, creato dalla giornalista Gaia Simonetti per favorire la diffusione e l’uso delle parole gentili. L’Alfabeto della Gentilezza è un gioco semplice ad ogni lettera dell’alfabeto si associa l’iniziale di una parola bella che alimenta la gentilezza all’interno della comunità, ad esempio Abbraccio, Bacio, Carezza ecc. Quello Inventato invece è composto da parole nuove generate attraverso la fantasia di chi le propone, ovviamente affinché siano valide a ogni parola deve essere attribuito un significato.

L’Alfabeto della Gentilezza per la Scuola in Siciliano compilato da Katia Gussio: Amuri, Beddu, Ciatu miu, Duci, Educazioni e bona crianza fannu sustanza, Figghiu d’oru, Gioicedda, Hai l’occhi comu du  stiddi, Intelligenza e cori ranni fannu  u  bonu cristianu, L ‘apa i meli, Meravigghiusu, Nicaredda, Occhi beddi, Picciriddu mei, Quantu ti  rispettu, Ranni,tu si na cosa ranni, Sangu mei, Ti vogghiu beni, U cori nto zuccuru, Vita mei, Zuccarata.

“Quelle condivise all’apparenza sono parole giocose, ma se qualcuna di queste venisse usata tante volte e diventasse di uso comune potrebbe lasciare il segno nella lingua Italiana” è quanto sostiene Luca Nardi, coordinatore del progetto nazionale Costruiamo Gentilezza, nell’ambito del quale si svolgeranno dal 22 Settembre al 2 Ottobre la Giornate Nazionali dei Giochi della Gentilezza, che quest’anno approfondiranno le parole gentili attraverso il gioco dell’Alfabeto della Gentilezza. Scuole, comuni, associazioni…potranno parteciparvi gratuitamente, semplicemente coinvolgendo bambini e ragazzi a giocare all’Alfabeto della Gentilezza, o a uno, o più giochi sulle parole gentili. Per partecipare alle giornate nazionali dei Giochi della Gentilezza e condividere il proprio Alfabeto, dedicandolo alle persone a cui si vuole bene, si può fare riferimento su www.costruiamogentiezza.org . Chi lo desidera può condividere anche la propria variante ludica dell’Alfabeto della Gentilezza, per esempio Giuseppe Guttà di Siderno RC, Katia Gussio di Messina ME e Loredana Tuccio RM hanno inventato la versione dialettale compilandone uno Siciliano e l’altro in Calabrese. Ogni partecipante sarà libero di scegliere dove esporre il proprio Alfabeto della Gentilezza affinché possa essere un pro memoria per i i cittadini all’uso delle bene parole per accrescere il benessere della comunità.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments