Boris

Trasmessa dal 2007 al 2010 sul canale satellitare Fox, Boris è un’esilarante satira sulla televisione italiana e sugli altarini, i magheggi, le logiche economiche e le ingerenze politiche che ne condizionano le sorti. La serie porta in scena il dietro le quinte di un set televisivo nel quale si sta girando una fittizia (e becera) fiction televisiva, Gli occhi del cuore 2, affidata a un gruppo strampalatissimo di attori e maestranze: Renè Ferretti, regista paraculo e frustrato, Duccio, direttore della fotografia cocainomane che non ha più voglia di lavorare, gli stagisti Alessandro e Lorenzo, detto “merda”, la “star” Stanis La Rochelle, un attore mediocre che si sente Marlon Brando, la bella Corinne, soprannominata “cagna maledetta”, il capo elettricista Biascica, dalla bestemmia facile, la lavativa segretaria di redazione Itala, il delegato di produzione Sergio, il delegato di rete Lopez, la stakanovista Arianna e tutta una serie di personaggi improbabili e problematici fra cui spicca un istrionico e incontenibile Corrado Guzzanti. Girata con acume e intelligenza, è l’esempio paradigmatico (e ante litteram) di come si possa fare della tv di qualità anche nel Bel Paese. Per di più – sembra banale – ma si ride. Si ride da piegarsi in due.

 

 




guest

2 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] presto sugli schermi televisivi “Boris”, una delle serie-tv italiane più amate di sempre, che racconta in maniera caricaturale e ironica […]

trackback

[…] presto sugli schermi televisivi “Boris”, una delle serie-tv italiane più amate di sempre, che racconta in maniera caricaturale e ironica […]