AGRIGENTO. Due uomini di Favara sono stati identificati dai Carabinieri di Agrigento e denunciati alla locale Procura, che aveva aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di danneggiamento di beni avente valore paesaggistico: i due sono sospettati di aver danneggiato la Scala dei Turchi, il monumento naturale dichiarato Patrimonio naturale dell’Umanità dall’Unesco, gettando polvere di ossido di ferro, rimossa il giorno dopo da un gruppo di volontari coordinati dalla Sovrintendenza. Uno dei due, l’esecutore materiale, è un quarantacinquenne, non nuovo di atti vandalici nella riserva di Punta Bianca, ma anche su arredo urbano ad Agrigento e San Leone. I carabinieri sono risaliti a lui tramite telecamere di sorveglianza che hanno immortalato il furgone dell’uomo: successive perquisizioni hanno evidenziato, all’interno di magazzini, guanti sporchi della stessa polvere che era stata gettata sulla Scala dei Turchi. Il secondo uomo segnalato sarebbe stato solo un accompagnatore. Secondo la Procura all’origine del gesto ci sarebbe “un atteggiamento di generica e vaga contestazione nei confronti del sistema e delle forze dell’ordine”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments